25 years – Pantera

25 years (25 anni) è la traccia numero otto del settimo album dei Pantera, Far Beyond Driven, pubblicato il 22 marzo del 1994.

Formazione Pantera (1994)

  • Phil Anselmo – voce
  • Dimebag Darrell – chitarra
  • Rex Brown – basso
  • Vinnie Paul – batteria

Traduzione 25 years – Pantera

Testo tradotto di 25 years  (Anselmo, Darrel, Brown, Paul) dei Pantera [East West]

25 years

I vent my frustration
at you old man,
after years your ears will hear.

You screamed you tried,
it’s words of a weakling
and promises made
by a liar, drunken liar.

Now you pick up
that splintered chair,
that was aiming for your head.

A head that should have been
long ago kicked in by me. Alone.

I won’t lose a second of sleep for this…

Don’t touch me.
No!
Ever again
Don’t touch me
Don’t touch me
Don’t touch me

Orphaned to the dope and drinks,
I learned my lesson well,
somehow from you.

No tears. Can’t clutch my regrets.
But these years of detachment
have left me with demons
now surfacing.
I’m becoming more than nothing.

You never knew the answers
to any of my questions, did you?
You made up all the answers
to my unimportant existence.

But now you don’t have
to dump me off,

Not again
Don’t touch me
Don’t touch me
Don’t touch me
Fuck, no!

Ever again
Don’t touch me
Don’t touch me
Don’t touch me
Fuck, no!
Don’t touch me
Never again

I vow, lest I die tomorrow…

You’ll never be the father I am.
The bastard father to the thousands
of the ugly, criticized, the unwanted.
The ones with fathers just like you.
We’re fucking you back.

I’m shoving my life
right down your throat.
Can I find the guts?
Can I feel the heart?
Look at the ground as you choke me up,
does it taste like tequila?
Or failure?

We’re fucking you back
Fucking you back
We’re fucking you back
Fucking you back

25 anni

Ho sfiatato la mia frustrazione
verso di te vecchio,
dopo anni le tue orecchie udiranno.

Hai urlato che hai cercato,
ma è la parola di uno indebolito
e le promesse fatte
da un ubriaco bugiardo (fottuto bugiardo).

Adesso hai preso
quella sedia distrutta,
che mirava alla tua testa.

Una testa che dovevo
spaccare tanto tempo fa. Da solo.

Non perderò un secondo di sonno per questo..

Non toccarmi.
No!
Mai più
Non toccarmi.
Non toccarmi.
Non toccarmi.

Orfano alla droga e al bere,
ho imparato bene la lezione,
in qualche modo, da te.

Nessuna lacrima. Non posso frenare i miei dubbi
ma questi anni di separazione
mi hanno lasciato con demoni
che adesso vengono a galla.
Ma io sto diventando più del nulla.

Non hai mai saputo la risposta
a nessuna delle mie domande, vero?
Hai creato tutte le risposte
alla mia esistenza inutile.

Ma adesso non devi
gettarmi via con la spazzatura

Non ancora…
Non toccarmi.
Non toccarmi.
Non toccarmi.
Ca##o, no!

Mai più
Non toccarmi.
Non toccarmi.
Non toccarmi.
Ca##o, no!
Non toccarmi.
Mai più

Io ho giurato, finchè muoio domani…

Non sarai mai il padre che sono.
Il padre bastardo dei migliaia
orrendi, criticati, e non voluti.
Quelli che hanno un padre come te.
Ti stiamo fottendo alle spalle.

Ti sto radendo la mia vita
giusto lungo la tua gola.
Riesco a trovare il mio intestino?
Riesco a sentire il cuore?
Guarda il terreno come mi hai sconvolto,
sa di tequila?
O di fallimento?

Ti stiamo fottendo alle spalle.
Fottendo alle spalle
Ti stiamo fottendo alle spalle.
Fottendo alle spalle

Tags: - 1.065 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .