A poem for the firmament – Elvenking

A poem for the firmament (Una poesia per il firmamento) è l’undicesima e ultima traccia del secondo album degli Elvenking, Wyrd pubblicato il 25 marzo del 1996.

Formazione Elvenking (1996)

  • Kleid – voce
  • Jarpen – chitarra, voce growl
  • Aydan – chitarra
  • Gorlan – basso
  • Zender – batteria
  • Elyghen – violino, tastiere

Traduzione A poem for the firmament – Elvenking

Testo tradotto di A poem for the firmament degli Elvenking [AFM]

A poem for the firmament

[DAWN: Fragments of star]

It’s simply too hard
To blow out all these fragments of star
The dawn never shines
I’m condemned to this eternal night

Fly away, far away
Oh, whence I could feel you whole
There’s a light in your eyes I’ll follow
A spark of endless dreams
There’s a light in your eyes
While you’re holding me tight
It enriches my life, it holds me spellbound

It crawls all inside
It’s the wish to back down and hide
Like the calm sea
It’s the haven of forces within

Fly away, far away
Oh, up this path I rode
I was searching for a reason
I lost the thread of tale
Fly away, far away
Oh, whence I could feel you whole
There’s a light in your eyes I’ll follow
A spark of endless dreams
There’s a light in your eyes
While you’re holding me tight
It enriches my life, holds me spellbound

[DAY: Autumn runes]

On the scars of old runes
Thousands of forgotten memories
and hopes are carved in stone
Symbols of my childhood gone
On the wind floats a dream
And hundreds of my broken
promises and oaths
taken by the stream
Artefacts of what I was

Read the signs on the trees,
Written by golden leaves
Winds are howling their serenades,
Ancient chants singing
all the good aims I betrayed

Another night has passed
And with it all the fears and
dreads are gone
And the shadows have faded
Clouds are leaving the sky
The horizon point out new ways to be found,
There is always a trail to follow
And it will take you home

Follow all the scents
before light passes away
Long before the shadows fall
As covering miles in the distance
You will see what you searched
You will catch sight of your dreams
Dwelling forevermore, wander aimlessly

It’s the fatal falling,
on the path we choose
We’re searching for answers that never appear
We’re searching for lands beyond all limits
We’re falling!

Millions of emotions (have)
passed through my heart
Since I’m on this Earth
But the ones that remain are
the ones we’re living for

Follow all the scents
before light passes away
Long before the shadows fall
As covering miles in the distance
You will see what you searched
You will catch sight of your dreams
Dwelling forevermore, wander aimlessly

It’s the fatal falling,
on the path we choose
We’re searching for answers that never appear
We’re searching for lands beyond all limits
We’re falling!

[TWILIGHT: The chant of the first snow]

It’s the sweetest Night of all
It’s a moment that lengthens
to eternity and more
While the flakes soundless will fall
I hear the sound of laugther coming from
so high above
And the promise once made now it’s broken
The curtain slowly falls
On the angel that kissed me

It’s the Night of cruel remorse
It remains only a distant memory
of things undone
A return to innocence
A travel back in time when everything
seems clear and pure
And the promise once made now it’s broken
The curtain slowly falls
On the angel that kissed me

[DEEP NIGHT: The Dreamcurse]

Cursed, cursed
That lone and threadlike figure
So shapelessly unbounded
Will haunt that empty jar that is me

Cursed, cursed
I’m deep into transparency
A dreamy spiral staircase
A voice, a whisper echo in the gloom

Cursed (cursed), cursed (cursed)
I sharpen all my sleeping senses
Encircle my own wish
I’ll never die!

Cursed, cursed
A gloomy sense of sadness
Impaled my arid heart
To the sceptre of melancholy

Cursed (cursed), cursed (cursed)
On the stroke of my halfhour
The token has been shown
Eternal wearing
the Red Death masque!

Thousand ways of living
In the end (I) got my reward
I don’t feel alone no more

Fly away, far away
Oh, up this path I rode
I was searching for a reason
I lost the thread of tale
Fly away, far away
Oh, whence I could feel you whole
There’s a light in your eyes I’ll follow
A spark of endless dreams
There’s a light in your eyes
while you’re holding me tight
It enriches my life, holds me spellbound

…and finally is day again…

On the scars of old runes
Thousands of forgotten memories and hopes
are carved in stone
Symbols of my childhood gone
On the wind floats a dream
And hundreds of my broken
promises and oaths taken by the stream
Artefacts of what I was

Read the signs on the trees,
Written by golden leaves
Winds are howling their serenades,
Ancient chants singing
all the good aims I betrayed

It’s the fatal falling,
On the path we choose
We’re searching for answers that never appear
We’re searching for lands beyond all limits
We’re falling!

Una poesia per il firmamento

[ALBA: Frammenti di stella]

É semplicemente troppo difficile
Soffiare via tutti questi frammenti di stella
L’alba non splende mai
Sono condannato a questa notte eterna

Vola via, molto lontano
Oh, da dove potrei sentirti per intero
C’è una luce nei tuoi occhi che seguirò
Una scintilla di sogni senza fine
C’è una luce nei tuoi occhi
Mentre mi stringi forte
Arricchisce la mia vita, mi trattiene, incantato.

Striscia dentro
É il desiderio di ritrarsi e nascondersi
Come il mare calmo
É il rifugio delle forze interiori

Vola via, molto lontano
Oh, su questo sentiero che ho percorso
Stavo cercando una ragione
Ho perduto il filo della favola
Vola via, molto lontano
Oh, da dove potrei sentirti per intero
C’è una luce nei tuoi occhi che seguirò
Una scintilla di sogni senza fine
C’è una luce nei tuoi occhi
Mentre mi stringi forte
Arricchisce la mia vita, mi trattiene ammaliato

[GIORNO: Rune d’Autunno]

Sulle cicatrici di vecchie rune
Migliaia di ricordi perduti e speranze
sono scavate nella pietra
Simboli della mia giovinezza perduta
Sopra il vento galleggia un sogno
Insieme a centinaia di mie promesse
spezzate e giuramenti
Presi dalla corrente
Artefatti di ciò che io ero

Leggi i segni sugli alberi,
Scritti da foglie dorate
I venti stanno ululando le loro serenate,
Antichi canti che narrano
di tutti i buoni propositi che ho tradito

Un’altra notte è passata
E con essa tutte le paure e
I timori se ne sono andati
E le ombre sono svanite
Le nuvole stanno lasciando il cielo
L’orizzonte indica nuove vie per essere trovato
C’è sempre una traccia da seguire
E ti porterà a casa

Segui tutte le fragranze
prima che la luce scompaia
Molto prima che cadano le ombre
Coprendo miglia in lontananza
Vedrai ciò che hai cercato
Scorgerai I tuoi sogni
Indugiando per sempre, vaghiamo senza meta

É la caduta fatale
Sul sentiero che scegliamo
Stiamo cercando risposte che non appaiono mai
Stiamo cercando terre oltre ogni limite
Stiamo cadendo!

Milioni di emozioni (sono)
passate attraverso il mio cuore
Da quando sono su questa Terra
Ma quelle che rimangono sono
quelle per cui stiamo vivendo

Segui tutte le fragranze
prima che la luce scompaia
Molto prima che cadano le ombre
Coprendo miglia in lontananza
Vedrai ciò che hai cercato
Scorgerai I tuoi sogni
Indugiando per sempre, vaghiamo senza meta

É la caduta fatale
Sul sentiero che scegliamo
Stiamo cercando risposte che non appaiono mai
Stiamo cercando terre oltre ogni limite
Stiamo cadendo!

[CREPUSCOLO: Il canto della prima neve]

É la più dolce di tutte le Notti
É un momento che si allunga
verso l’eternità e oltre
Mentre i fiocchi cadranno senza rumore
Sentirò il suono di risa venire
da così in alto lassù
E la promessa un tempo fatta è ora infranta
Il sipario lentamente cala
Sull’angelo che mi ha baciata

É la Notte di crudele rimorso
Rimane sono un ricordo lontano
di cose non fatte
Un ritorno all’innocenza
Un viaggio indietro nel tempo quando tutto
sembrava così chiaro e puro
E la promessa un tempo fatta è ora infranta
Il sipario lentamente cala
Sull’angelo che mi ha baciata

[NOTTE PROFONDA: Il Sogno-maledizione]

Maledetto, maledetto,
Quella solitaria e filiforme figura
Così informemente sconfinata
Perseguiterà quella giara vuota che io sono

Maledetto, maledetto
Sono profondamente limpido
Un’irreale scala a spirale
Una voce, un’eco sussurrata nell’oscurità

Maledetto (maledetto), maledetto (maledetto)
Affino tutti i miei sensi dormienti
Circondo il mio stesso desiderio
Non morirò mai!

Maledetto, maledetto
Un tetro senso di tristezza
Ha impalato il mio arido cuore
Sullo scettro della malinconia

Maledetto (maledetto), maledetto (maledetto)
Sullo scoccare della mia mezz’ora
Il simbolo è stato mostrato
Un eterno indossare
la maschera della Morte Rossa!

Mille vie per andarsene
Alla fine (io) ho avuto il mio premio
Non mi sento più solo

Vola via, molto lontano
Oh, su questo sentiero che ho percorso
Stavo cercando una ragione
Ho perduto il filo della favola
Vola via, molto lontano
Oh, da dove potrei sentirti per intero
C’è una luce nei tuoi occhi che seguirò
Una scintilla di sogni senza fine
C’è una luce nei tuoi occhi
Mentre mi stringi forte
Arricchisce la mia vita, mi trattiene ammaliato

…e finalmente è di nuovo giorno…

Sulle cicatrici di vecchie rune
Migliaia di ricordi perduti e speranze sono scavate nella pietra
Simboli della mia giovinezza perduta
Sopra il vento galleggia un sogno
Insieme a centinaia di mie promesse
spezzate e giuramenti presi dalla corrente
Artefatti di ciò che io ero

Leggi i segni sugli alberi,
Scritti da foglie dorate
I venti stanno ululando le loro serenate,
Antichi canti che narrano
di tutti i buoni propositi che ho tradito

É la caduta fatale,
Sul sentiero che scegliamo
Stiamo cercando risposte che non appaiono mai
Stiamo cercando terre oltre ogni limite
Stiamo cadendo!

* traduzione inviata da Music-Freak11

Tags: - 172 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .