Amen – Bon Jovi

Amen (Così sia) è la traccia numero cinque del dodicesimo album dei Bon Jovi, What About Now, pubblicato il 26 marzo del 2013.

Formazione Bon Jovi (2013)

  • Jon Bon Jovi – voce, chitarra
  • Richie Sambora – chitarra
  • Hugh McDonald – basso
  • Tico Torres – batteria
  • David Bryan – tastiere

Traduzione Amen – Bon Jovi

Testo tradotto di Amen (Jon Bon Jovi, Billy Falcon) dei Bon Jovi [Island]

Amen

Last night I had a dream
The dream I had was true
I fell through the stars
Went walking on the moon
Burned like a thousand candles in her arms

The skin under my finger tips
Honey suckle on her lips
Sweeter than a man deserves to taste
Mercy, mercy, what else can I say?

But Amen. Amen

Last night we were born together
It was like we’d always been
She’ll be with me forever
If I don’t see her again
We poured the wine
until our cup ran over

Unfolding like the mystery
Inside of her like poetry
A thousand horses running through my veins
Mercy, mercy what else can I say

But Amen, Amen

I laid down in her garden
Naked on her floor
Windows up, the curtains blowing
She don’t lock the door

Amen, Amen

At the banquet table
A beggar at a feast
I felt her tongue between her lips
And I forgot to breath
We stayed there
‘til the candles burned the carpet

Last night I had a dream
The dream I had was true
Mercy, mercy, what else can I say
Mercy, mercy, I laid down and prayed

Così sia

Ieri sera ho fatto un sogno
un sogno che era reale
Sono caduto tra le stelle
camminando sulla luna
Ardevo come mille candele tra le sue braccia

La pelle sulla punta delle mie dita
succhiano miele sulle sue labbra
più dolce di quello che un uomo merita di gustare
Pietà, pietà, cos’altro posso dire?

Ma così sia. Così sia.

Ieri sera siamo nati insieme
È stato come ci fossimo sempre stati
Lei sarà con me per sempre
Se non la vedrò di nuovo
Abbiamo versato il vino
finchè non è uscito dal bicchiere

Accadendo come un mistero
dentro di lei come poesia
Un migliaio di cavalli correvano nelle mie vene
Pietà, pietà, cos’altro posso dire?

Ma così sia. Così sia.

Mi sdraiai nel suo giardino
Nudo sul suo pavimento
Finestre aperte, le tende mosse dal vente
Lei non chiuse la porta

Così sia. Così sia.

Al tavolo del banchetto
un mendicante ad una festa
Sentivo la sua lingua tra le sue labbra
e dimenticai di respirare
siamo rimasti là
fin quando le candele bruciarono il tappetto

Ieri sera ho fatto un sogno
Il sogno che ho fatto era vero
Pietà, pietà, cos’altro posso dire?
Pietà, pietà, mi distesi e pregai

Tags: - 1.487 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .