Amok run – Kreator

Amok run (In preda alla furia) è la traccia numero quattro del dodicesimo album dei Kreator, Hordes of chaos pubblicato il 13 gennaio del 2009.

Formazione Kreator (2009)

  • Mille Petrozza – voce, chitarra
  • Sami Yli-Sirnio – chitarra
  • Christian Giesler – basso
  • Jürgen Reil – batteria

Traduzione Amok run – Kreator

Testo tradotto di Amok run (Petrozza) dei Kreator [SPV]

Amok run

You have pushed me to this hell
Put this cancer in my head
Raped my soul
and vandalised my heart
Now this conflict deep inside
My hate I can no longer hide
For today this end will have a start
My anger aims
At a different target now
I could have left, I could have fled
For now my name
Will forever be remembered
I am the bringer of light
To the living dead
I cannot take it anymore
My sight, my view becomes distorted
My martyrdom has now begun
Watch me today you’ll see me

Run amok run
Run amok run
Run amok run
Run amok run

Face me on this my glorious day
I bring torment and decay
For the scars you branded
Deep inside my soul
Kill all the victims I can score
Viscous bloodlust, give me more
This is punishment that nothing
Can control my final

Run amok run
Run amok run
Run amok run
Run amok run

Pain I have lived in endless pain
Now I pay it back in spades
Burning panic,
ice cold fear is in their eyes
Blood is the last thing that I see
Sacrifice and agony

On my final day you’ll have
To die with me for now I

Run amok run
Run amok run
Run amok run
Run amok run

This is my amok run
Violence climac so pure
This is my amok run
Bloodbath total massacre

For now I touch the hand divine
Walking straight into the light
This is where it all must end, my friends
Today I’ll die like Jesus Christ

In preda alla furia

Mi avete mandato in questo inferno
Infilato questo cancro nella mia testa
violentato la mia anima
e danneggiato il mio cuore
Ora questo conflitto in profondità
il mio odio che non riesco più a nascondere
per oggi questa fine avra inizio
la mia rabbia mira
ad un obiettivo diverso ora
avrei potuto lasciare, avrei potuto fuggire
perchè ora il mio nome
sarà per sempre ricordato
io sono il portatore di luce
per i morti viventi
io non ne posso più
la mia vista, la mia prospettiva diventa distorta
il mio martirio è ora iniziato
guardatemi oggi mi vedrete

In preda alla furia
In preda alla furia
In preda alla furia
In preda alla furia

Affrontami in questo mio giorno glorioso
io porto tormento e rovina
per le cicatrici che hai inflitto
Dentro la mia anima
uccidere tutte le vittime può segnare
la vischiosa sete di sangue, datemene ancora
Questo è il castigo che nessuno
può controllare la mia fine

In preda alla furia
In preda alla furia
In preda alla furia
In preda alla furia

Il dolore che ho vissuto nel dolore senza fine
ora lo devo pagare dinuovo in picche
bruciando panico,
fredda paura gelida è nei loro occhi
il sangue è l’ultima cosa che vedo
sacrificio e agonia

Il mio ultimo giorno morirete
Con me per ora io sono

In preda alla furia
In preda alla furia
In preda alla furia
In preda alla furia

Questa è la mia furia
clima di violenza così puro
questa è la mia furia
bagno di sangue totale massacro

Perchè ora tocco la mano divina
camminando dritto nella luce
qui è dove tutto deve finire, miei amici
oggi morirò come Gesu Cristo

Tags: - 188 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .