Amon Amarth – Amon Amarth

Amon Amarth (Monte Fato) è la traccia numero sette dell’album di debutto degli Amon Amarth, Once Sent from the Golden Hall, pubblicato il 12 febbraio del 1998.

Formazione Amon Amarth (1998)

  • Johan Hegg – voce
  • Olavi Mikkonen – chitarra
  • Ted Lundström – basso
  • Martin Lopez – batteria

Traduzione Amon Amarth – Amon Amarth

Testo tradotto di Amon Amarth degli Amon Amarth [Metal Blade]

Amon Amarth

A storm rolls in from the sea
Covering the land with black thunder clouds
Rain whips the ground at their feet
As they come ashore in this foreign land

Thunder breaks the silence
Of five hundred men assembled on shore
Gazing through the misty rain
At the mountain not a mile away
So dark and silent it stands there
The mighty Amon Amarth
Reaching for the cloud cloaked skies
So grim and fearful in might

With the wind in their backs
they start walking
Decisive men of the north
They strive through this darkend land
With only mount doom in their sight
The closer they get to the mountain
The clearer their eyes can see
A forest of one thousand spears awaiting
Awaiting the battle that will be

A cry of war emerges
Echoes over the field
Boldly charging the enemy lines

With weapons so fearsome
and sharp in their hands
And shields of oakwood and steel
They slit open stomachs
and split skulls to the jaw
Intestines cover the field

The defenders are weak in this brutal war
The northmen have power and guts
A bloodshed like no one has seen here before
None can escape their cuts

Arrows with fire fly through the air
Touching houses and shields
The vikings can feel victory is near
As the enemy heedlessly flees

A gust of wind blows in from the north
Clearing the clouds away
As twilight falls and the stars come forth
And the seawolves return to the bay

Corpses lie scattered all over the field
For the ravens to eat as they please
The mountain is now left there behind
As they sail with the first morning breeze

Monte Fato

Una tempesta arriva dal mare
copre la terra con nere nuvole tuonanti
La pioggia sferza la terra ai loro piedi
mentre arrivano sulle rive di questa terra straniera

Il tuono rompe il silenzio
di 500 uomini riuniti a riva
Guardando attraverso la pioggia nebbiosa
alla montagna che dista meno un miglio
Così buio e silenzioso si erge lì
il possente Monte Fato
Raggiungendo i cieli ricoperti di nuvole
Così truce e pauroso nel potere

Con il vento alle spalle
iniziano a camminare
Uomini determinati del nord
Lottano attraverso questa terra oscura
con solo il Monte Fato ai loro occhi
Puoi si avvicinano alla montagna
più chiaramente i loro occhi possono vedere
Una foresta di un migliaio di lance in attesa
In attesa della battaglia che verrà

Si sente un grido di guerra
Echi sopra il campo
Coraggiosamente si carica le linee nemiche

Con armi così temibili
e taglienti nelle loro mani
e scudi di quercia e acciaio
Loro aprono stomaci
e dividono il teschio dalla mascella
Gli intestini coprono il campo

I difensori sono deboli in questa guerra brutale
Gli uomini del nord hano il potere e coraggio
Un bagno di sangue come non si è mai visto
Nessun può sfuggire a questo macello

Frecce infuocate volano attraverso l’aria
colpendo case e scudi
I vichinghi possono sentire vicina la vittoria
mentre il nemico fugge confusamente

Una folata di vento soffia da nord
spazzando via le nuvole
mentre scende la sera e compaiono le stelle
e i lupi di mare ritornano alla baia

Cadaveri giacciono sparsi in tutto il campo
mentre i corvi mangiano a loro piacimento
La montagna è ora lasciata alle spalle
mentre navigano con la prima brezza mattutina

Tags: - 147 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .