As torches rise – Turisas

As torches rise (Quando si alzano le torce) è la traccia che apre, dopo l’intro, il primo album dei Turisas, Battle Metal, pubblicato il 26 luglio del 2004.

Formazione Turisas (2004)

  • Mathias Nygård – voce
  • Jussi Wickström – chitarra, basso
  • Georg Laakso – chitarra
  • Tude Lehtonen – batteria
  • Antti Ventola – tastiere

Traduzione As torches rise – Turisas

Testo tradotto di As torches rise dei Turisas [Century]

As torches rise

I take a look around,
The blood of our men
has painted the ground
There are corpses lying everywhere
Some try to pray, s
ome cry in despair
As our enemy cuts its way through our lines
Desperate thoughts take over our minds
Is this to be the end of our days?

The overwhelming enemy
Rides our front lines down
With hate in their faces,
with hate in their sound
Hundreds of men lying
wounded on the ground
No one can help them,
To their destiny they’re bound

I think of my family,
I think of my home
Interrupted by a fearful tone:
“We’re practically dead,
they’ll slaughter us all!”
Through a cloud of dust
I see our right wing fall

This cursed war will swallow us all
What will happen to our loved-ones,
The ones we’re fighting for?
I will not stand and watch this army fall
We will fight back, hear us roar

Pull your lines together
Our fury is greater
than the worst stormy weather
I grasp the sword in my hand,
this is for my brothers,
This is for my land
With blood on my face
to battle I ride
With dust in my eyes,
with faith in my heart
Until death do us part

From the skies a man came down to earth
He lead our way and rode first
How dark the night may seem
A new day always heals

I stroll across the field, the morning has broken,
Our victory’s been sealed
The hooves have plowed
the ground to mud,
Familiar faces in ponds of blood
A snowflake lands on my face,
Melts and runs away
The sun rose red that day

Quando si alzano le torce

Mi guardo intorno
Il sangue dei nostri uomini
ha tinto la terra
Ci sono cadaveri ovunque
Alcuni cercano di pregare,
alcuni piangono disperatamente
Quando il nemico sfonda le nostre linee
Pensieri di disperazione ci attraversano la mente
Che sia questa la fine dei nostri giorni?

Il nemico soverchiante
Cavalca tra le nostre schiere
Con odio nella loro faccia,
con odio nelle loro voci
Centinaia di uomini
stesi a terra feriti
Nessuno può aiutarli,
Legati al loro destino

Penso alla mia famiglia,
penso alla mia casa
Interrotto da un grido di paura:
“Siamo morti ormai,
ci massacreranno tutti!”
Attraverso una nube di polvere
vedo la nostra ala destra cadere

Questa maledetta guerra ci inghiottirà tutti
Cosa capiterà alle nostre amate,
L’ unica cosa per cui combattiamo?
Non starò fermo a guardare quest’armata morire
Noi combatteremo, sentite il nostro ruggito

Raccogliete insieme le schiere
La nostra furia è maggiore
della peggior tempesta
Afferro la spada in mano,
questo è per i miei fratelli,
Questo è per la mia terra
Con sangue sulla mia faccia
cavalco verso la battaglia
Con la polvere negli occhi,
con la fede nel mio cuore
Finchè la morte ci separerà

Dal cielo un uomo scese sulla terra
Condusse il nostro percorso e cavalcò davanti
Come deve sembrare scura la notte
Uno nuovo giorno risolve sempre tutto

Vago per il campo, la mattinata è finita,
La nostra vittoria è stata sigillata
Gli zoccoli hanno pestato
la terra fino a farla diventare fango,
Facce familiari in laghi di sangue
Un fiocco di neve cade sulla mia faccia,
Si scioglie e corre via
Il sole sorse rosso quel giorno

Tags: - 86 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .