Attila – Iced Earth

Attila (Quando l’aquila piange) è la traccia numero sei del settimo album degli Iced Earth, The Glorious Burden, uscito il 12 gennaio 2004.

Formazione Iced Earth (2004)

  • Tim Owens – voce
  • Jon Schaffer – chitarra
  • James MacDonough – basso
  • Richard Christy – batteria

Traduzione Attila – Iced Earth

Testo tradotto di Attila (Schaffer, Barlow) degli Iced Earth [SPV]

Attila

He’s ruled them for twenty years
And ravaged as their king
Conquest burns in his eyes
And ice shoots through his veins
Their leader’s new ambitions lie
Further to the West
The Empire that he seeks
The Father to the Rest
Attila wants to take his place
Like the impetuous son
To make the entire world bow
To the kingdom of the Huns

Alliance has been made
With many other clans
Frank and Vandal forces
Held within his hand
And by Attila’s hand it’s said
His brother met with death
To make his rule his legacy
He did his awful best
Ethele and Etzell
By many names he’s known
But “Scourge of God” is the one
That rings the darkest tone

Hell awaits behind Gaul’s gates
The Roman’s stand only to fall
They will die by his sword
The barbarian lord
Attila hear’s victory call

[Huns]
Path of Fire and Plunder
Cities burn and crumble
Atila’s fate beckons
He will come to conquer

[Romans]
Archers stand at ready
Centurions all together
Keep to your lines
And the Mongol’s sure to falter

[Huns]
We will surely break them
We will overtake them
Fight till our deaths
On the Christians devastation

[Romans]
They won’t overthrow us
God will stand before us
Show us the path to the Huns destruction

Sing to the sky, the battle cry
To propagate their fears
As terror is the weapon drawn
When battle has drawn near
And so the conflict is at hand
The gauntlet has been thrown
Contempt for the Christian reign
The poison seed now sewn
And if by chance all is lost
Cut down by Roman steel
We’ll suffer not as others have
Broken mind nor broken will

Attila

Li ha governati per 20 anni
e li ha saccheggiati come loro re
Il fuoco della conquista brucia nei suoi occhi
e il ghiaccio scorre nelle sue vene
Le nuove ambizioni del loro capo
giacciono ben oltre l’ovest
L’impero che lui brama,
padrone di tutto il resto
Attila vuole prendere il suo posto,
come fosse un figlio impetuoso,
per ridurre tutto il mondo
sotto il regno degli unni

Delle alleanze sono state fatte
con molti altri clan,
le forze dei franchi e dei vandali,
sotto il suo comando
E i suoi uomini dicono
che suo fratello è morto
per seguire le sue orme
Ha fatto le cose più terribili
Ethele ed Etzell,
è conosciuto con molti nomi,
ma “flagello di Dio” è quello
dai toni più oscuri

L’inferno è in attesa oltre i confini della Gallia
I romani cadranno,
moriranno trucidati dalla sua spada
Il signore dei barbari,
Attila sente già il suono della vittoria

[Unni]
Una scia di fuoco e distruzione
Le città bruciano, crollano
Il destino di Attila si sta rivelando,
egli verrà per conquistare

[Romani]
Gli arcieri sono pronti
L’esercito è schierato,
ognuno al proprio posto
I mongoli non ce la faranno

[Unni]
Li distruggeremo
Li butteremo giù
Combatteremo fino a morire,
o fino ad annientarli

[Romani]
Non ci batteranno
Dio sarà con noi,
mostraci la via per distruggere gli unni

Canti verso il cielo, grida da battaglia
Estraggono le armi,
la loro paura si trasforma in terrore
La battaglia si fa più vicina,
il conflitto è ormai prossimo
La sfida è stata accolta
Disprezzo per l’impero cristiano
Questo seme velenoso è ormai radicato,
e se tutto sarà perduto,
spazzato via dalle armi dei romani,
soffriremo come nessuno ha mai sofferto,
ma non distruggeranno la nostra volontà

Tags:, , - 155 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .