Auctioned – Dark Tranquillity

Auctioned (Messo all’asta) è la traccia numero quattro del quarto album dei Dark Tranquillity, Projector, pubblicato il 21 giugno del 1999.

Formazione Dark Tranquillity (1999)

  • Mikael Stanne – voce
  • Niklas Sundin – chitarra
  • Fredrik Johansson – chitarra
  • Martin Henriksson – basso
  • Anders Jivarp – batteria

Traduzione Auctioned – Dark Tranquillity

Testo tradotto di Auctioned (Stanne) dei Dark Tranquillity [Century]

Auctioned

Outsmart the fever
And take us farther from
The killing life in capsules
A life that can’t belong
So if I wake up dead to the world
With the helm at my command
The reaching out of this
Faced tomorrow in the 11: th hour
Beckoned closer
Now as nightfall
sends it’s grace
Cue to enter
the insatiable ideal
Slam it shut
but the portal pounding lingers
What is it; is time undone
Cannot falter
in the security of labour
Was I supposed to believe?
Where did I sign
Did I miss the auction
where my life went under the club?
Went the half mile
Wondered when
the resolution would come
Life became too solid
Diluted by the essence of denial
Caught in fire’s eye
The self and filter that is I
My lip was venom
Words formed in my mouth
Hid beneath the tounge
Never to be seen

Messo all’asta

Supera in astuzia la febbre
E ci porta lontano da
Una vita omicida in capsule
Una vita che non può essere di qualcuno
Perciò se mi alzassi morto al mondo
Al comando di un timone
Il raggiungimento al di là di ciò
Affrontato domani nell’undicesima ora
Mi faceva cenno da più vicino
Ora mentre il calar della notte
manda la sua grazia
Un segnale per penetrare
nell’ideale insaziabile
Lo chiudo con violenza
ma il portale permane pulsando
Che cos’è; è tempo incompiuto
Non posso vacillare
nella certezza della fatica
In cosa pensavo di credere?
Dove ho firmato
Ho perso l’asta
dove la mia vita fu presa a bastonate
Percorsi mezzo miglio
Domandavo quando
sarebbe arrivata una risoluzione
La vita divenne troppo solida
Diluita dall’essenza del rifiuto
Preso nel mirino
Il sé ed il filtro che è l’ Io
Le mie labbra erano veleno
Le parole si formavano nella mia bocca
Si nascondevano sotto la lingua
Per non essere mai viste

Tags: - 520 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .