Ballad of Dwight Fry – Alice Cooper

Ballad of Dwight Fry (La ballata di Dwight Fry) è la traccia numero otto del terzo album di Alice Cooper, Love It to Death, uscito il 12 gennaio del 1971. Dwight Frye è stato un celebre attore statunitense degli anni trenta. Il brano è stato incluso nel film Dark Shadow del 2012 diretto da Tim Burton.

Formazione (1971)

  • Alice Cooper – voce, armonica
  • Glen Buxton – chitarra
  • Michael Bruce – chitarra, pianoforte, organo
  • Dennis Dunaway – basso
  • Neal Smith – batteria

Traduzione Ballad of Dwight Fry – Alice Cooper

Testo tradotto di Ballad of Dwight Fry (Cooper, Bruce) di Alice Cooper [Warner Bros]

Ballad of Dwight Fry

Mommy where’s daddy?
He’s been gone for so long…
Do you think he’ll ever come home?

I was gone for fourteen days
I coulda been gone for more
Held up in the intensive care ward
lyin on the floor

I was gone for all those days
but I, was not all alone
I made friends with a lot of people
in the danger zone

See my lonely life unfold
I see it every day
See my only mind explode
Since I’ve gone away

I think I lost some weight there
and I, I’m sure
I need some rest
Sleepin don’t come very easy
in a straight white vest

Should like to see that little children
She’s only four years old
I’d give her back all of her play things
even, even the ones I stole

See my lonely life unfold
I see it everyday
See my lonely mind explode
when I’ve gone insane

I wanna get out of here
I gotta get out of here
Ya gotta let me out of here

See my lonely life unfold
I see it everyday
See my only mind explode
Blow up in my face

I grabbed my hat
and I got my coat
and I, I ran into the street
I saw a man that was choking there
I guess he couldn’t breathe
Said to myself this is very strange
I’m glad it wasn’t me
But now I hear those sirens callin’
and so I am not free.

La ballata di Dwight Fry

Mamma, dov’è papà?
Se n’è andato da tanto…
Pensi che tornerà mai a casa?

Me ne sono andato per 14 giorni
Potrei essere stato via per più tempo
Trattenuto nel reparto di terapia intensiva
Steso per terra

Me ne sono andato per tutti quei giorni
Ma non ero tutto solo
Ho fatto amicizia con molta gente
Nella zona di pericolo

Vedo rivelarsi la mia vita solitaria
Lo vedo ogni giorno
Vedo esplodere solo la mia mente
Da quando sono andato via

Penso di aver perso un po’ di peso lì
E io, sono sicuro
di aver bisogno di un po’ di riposo
Dormire non mi viene facile
con una camicia di forza

Dovrebbe piacervi vedere quei piccoli bambini
Ha solo 4 anni
Le ridarei tutti i suoi giocattoli
Persino, persino quelli che ho rubato

Vedo rivelarsi la mia vita solitaria
Lo vedo ogni giorno
Vedo esplodere solo la mia mente
Da quando sono impazzito

Voglio uscire da qui
Devo uscire da qui
Devi lasciarmi uscire da qui

Vedo rivelarsi la mia vita solitaria
Lo vedo ogni giorno
Vedo esplodere solo la mia mente
Scoppiarmi in faccia

Ho afferrato il mio cappello
e ho preso il mio cappotto
E sono corso per strada
Lì ho visto un uomo che stava soffocando
Credo che non riuscisse a respirare
Mi sono detto: “È molto strano”
Sono contento che non fossi io
Ma adesso sento quelle sirene ululare
E perciò non sono libero.

Tags:, , - 791 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .