Beggar’s night – Running Wild

Beggar’s night (La notte degli straccioni) è la traccia numero due del terzo album dei Running Wild, Under Jolly Roger, pubblicato nel 1987.

Formazione Running Wild (1987)

  • Rolf Kasparek – voce, chitarra
  • Majk Moti – chitarra
  • Stephan Boriss – basso
  • Wolfgang Hagemann – batteria

Traduzione Beggar’s night – Running Wild

Testo tradotto di Beggar’s night (Kasparek) dei Running Wild [Noise]

Beggar’s night

Blood, blood, bloody night
The poor stand up and fight
Marquises, kings and all this vermin
Hunted up in burning streets

Fight, fight, fight with rage
Their menials are locked up in a cage
The spirit of the rebel lives
Determined to break free

We stand up to break our chains
Rulers beware
We’ll take your scepter and reign
On beggar’s night

Riot terminates our pain
We’ll catch you in your lair
You have to pay for your blame
On beggar’s night

Sin, sin, whip and chain
That’s the way they live and reign
Too many people died in their dungeon
Now pain’s too hard
if it’s for their profit

Beast, beast, go away
No reason why you have to stay
The wealth you squeezed out of our lives
Will become your tomb

We stand up to break our chains
Rulers beware
We’ll take your scepter and reign
On beggar’s night

Riot terminates our pain
We’ll catch you in your lair
You have to pay for your blame
On beggar’s night

La notte degli straccioni

Sangue, sangue, notte sanguinosa
I poveri si alzano e combattono
Marchesi, re e tutti questi parassiti
Cercati nelle vie in fiamme

Lotta, lotta, lotta furiosamente
I loro servi sono chiusi in gabbia
Lo spirito dei ribelli è vivo
Deciso a liberarsi

Ci alziamo per spezzare le nostre catene
Governanti attenti
Prendiamo il vostro scettro e regniamo
Nella notte degli straccioni

La rivolta mette fine al dolore
Vi scoveremo nel vostro covo
Dovete pagare per la vostra colpa
Nella notte degli straccioni

Peccato, peccato, frusta e catena
È questo il modo in cui vissero e regnarono
Troppe persone morirono nelle loro segrete
Adesso il dolore è troppo grande
se è per il loro profitto

Belva, belva, vattene via
Non c’è ragione per cui tu debba rimanere
Il benessere che hai strappato dalle nostre vite
Sarà la tua tomba

Ci alziamo per spezzare le nostre catene
Governanti attenti
Prendiamo il vostro scettro e regniamo
Nella notte degli straccioni

La rivolta mette fine al dolore
Vi scoveremo nel vostro covo
Dovete pagare per la vostra colpa
Nella notte degli straccioni

Tags: - 75 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .