Black horsemen – King Diamond

Black horsemen (Cavalieri neri) è la nona traccia del secondo album solista di King Diamond, Abigail, pubblicato nel giugno del 1987.

Formazione King Diamond (1987)

  • King Diamond – voce
  • Andy LaRocque – chitarra
  • Michael Denner – chitarra
  • Timi Hansen – basso
  • Mikkey Dee – batteria
  • Roberto Falcao – tastiere

Traduzione Black horsemen – King Diamond

Testo tradotto di Black horsemen (Diamond) di King Diamond [Roadrunner]

Abigail e Johnatan arrivano alla cima delle scale, è tutto buio, e Johnatan vede una strana luce nell’oscurità… si gira a guardarla ma lì c’è Abigail, che ha capito tutto e spinge Johnatan giù dalle scale, che muore… Intanto i sette cavalieri neri, che scopriamo essere i vecchi servi di LaFey, accorrono per cercare di fermare il potere maligno di Abigail

Black horsemen

So there they stood
at the top of the stairs
Miriam in the mood,
Jonathan was scared
Gazing into the dark,
Jonathan saw the star
For a second he turned his back
And she was there like a ghost
She pushed him hard and clean
To the bottom of the stairs

“Now we’re finally alone, Miriam
Abigail is here to stay”

The birth of Abigail
would soon be realized
The second coming
of a devil in disguise
And the moon did not shine
It was darker than ever before

On this sacred night
The soul of Miriam
was crying out in pain
Remembering the day,
arrival in the rain

The pain of labour was
so strong that Miriam died
The final seeing was
a pair of yellow eyes
You can still hear her screaming
If You’re walking the stairs in July

Riding from beyond
The 7 Horsemen would arrive
before the dawn
Servants of the count,
when Abigail was born the first time

Oh no…they found her in the sarcophagus
Baby Abigail was eating,
Oh I cannot tell You

“Take her…and bring her
To the chapel in the forest
So go now…The ceremony
And the coffin’s waiting”

The Black Horsemen

That’s the end of another lullaby
Time has come for me to say Goodnight

Cavalieri neri

Loro erano lì,
alla cima delle scale
Miriam era di buon umore,
e Johnatan era spaventato
Fissando nel buio,
Johnatan vide la stella
Si girò per un secondo
E lei era lì, come un fantasma
Lei lo spinse fortemente
Giù per le scale

“Adesso siamo finalmente soli, Miriam
Abigail rimarrà qua”

Presto la nascita di Abigail
si sarebbe realizzata
La seconda venuta
di un diavolo travestito
E la luna non brillava
Era più scura che mai

In questa sacra notte
L’anima di Miriam
stava urlando di dolore
Si ricordava quel giorno,
l’arrivo sotto la pioggia

Il dolore dello sforzo è stato
così forte che Miriam è morta
La sua ultima visione è stata
un paio di occhi gialli
Puoi ancora sentirla urlare
Se cammini per le scale di luglio

Ma da lontano arrivarono
I sette cavalieri,
prima del mattino
Erano i servi del conto,
quando Abigail nacque per la prima volta

Oh no… l’hanno trovata nel sarcofago
La piccola Abigail stava mangiando,
Oh, è una cosa che non si può raccontare

“Prendetela, e portatela
Alla cappella nella foresta
Adesso andate… alla cerimonia
E la bara sta aspettando”

I cavalieri neri

Questa è la fine di un altra ninnananna
Per me è arrivata l’ora di dire addio…

Tags: - 232 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .