Born on judgment day – Helloween

Born on judgment day (Nato il giorno del giudizio) è la traccia numero tre dell’undicesimo album degli Helloween, Keeper of the Seven Keys – The Legacy, pubblicato il 31 ottobre del 2005.

Formazione degli Helloween (2005)

  • Andreas Deris – voce
  • Michael Weikath – chitarra
  • Sascha Gerstner – chitarra
  • Markus Grosskopf – basso
  • Daniel Loeble – batteria

Traduzione Born on judgment day – Helloween

Testo tradotto di Born on judgment day (Weikath) degli Helloween [SPV]

Born on judgment day

My mother died close to me
And while I lie sobbin’ here
This world’s going down with fear
Armies of minions is all I see
Creatures in anguish no place to flee
Living their nightmares the fall from grace
And so I’m standing here

I was born on judgment day
And I have no words to say
Don’t know good or bad
Kinda feel so sad
But still, I sing this song for you

There’s no one beside me
I’m shuddering wearily
Utterly destitute and all
Nobility has let mankind
Turned into vultures, bewildered eyes
Shoved to the abyss,
a twisting whirl
Under the blood red sky

I was born on judgment day
And I have no words to say
Don’t know good or bad
Kinda feel so sad
But still, I sing this song for you

I was born on judgment day
And I have no words to say
Don’t know good or bad
Kinda feel so sad
But still, I sing this song for you

Nato il giorno del giudizio

Mia madre è morta vicino a me
E mentre sono qua, a piangere per terra
La paura imperversa in questo mondo
Tutto ciò che vedo sono eserciti di tirapiedi
Creature angosciate che non sanno dove fuggire
Stanno vivendo i loro incubi, caduti in disgrazia
E io sono lì in mezzo…

Sono nato il giorno del giudizio
E non ho niente da dire
Non conosco né il bene né il male
E mi sento un po’ triste
Ma continuo a cantare questa canzone per voi

Non c’è nessuno accanto a me
Sto tremando, sono debole
Sono completamente destituito
La nobiltà ha abbandonato la razza umana
Trasformata in avvoltoi dagli occhi avidi
Una tempesta cala nell’abisso
e fa rivoltare il mare
Sotto un cielo rosso come il sangue

Sono nato il giorno del giudizio
E non ho niente da dire
Non conosco né il bene né il male
E mi sento un po’ triste
Ma continuo a cantare questa canzone per voi

Sono nato il giorno del giudizio
E non ho niente da dire
Non conosco né il bene né il male
E mi sento un po’ triste
Ma continuo a cantare questa canzone per voi

Tags: - 119 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .