The cabal – Elvenking

The cabal (Il complotto) è la traccia numero quattro del sesto album degli Elvenking, Red Silent Tides pubblicato il 17 settembre del 2010.

Formazione Elvenking (2010)

  • Damna – voce
  • Rafahel – chitarra
  • Aydan – chitarra
  • Gorlan – basso
  • Zender – batteria
  • Lethien – violino

Traduzione The cabal – Elvenking

Testo tradotto di The cabal (Aydan) degli Elvenking [AFM]

The cabal

I wake up and I feel I was stranded
In a world that hardly represents me
Step by step I collect all my nightmares
Like a modern Renoir I’m painting my life away

Don’t you think that I’m not gonna worry
Don’t you think that I don’t feel sorry
Soon I’ll find my way and I’ll let you know

Sitting down in my room
I feel so empty
Staring with lonely eyes
at the words I am laying down
With cold blood
I swallow all the absinthe
that you gave me
that cold winter night

Don’t you think that I’m not gonna worry
Don’t you think that I don’t feel sorry
Soon I’ll find my way and I’ll let you know

I feel a decadent poet
Forced to bury his art
forced to bury his own heart
Under the mud of a pigsty
A cabal of murdered broken hearts
Longing for my bitter taste

Lost you, I have lost you, brother
The strength you hid inside your eyes
Makes me believe I can
still live my life
I learned from the ashes
Of the tears I dropped
for all these years
My love is now living,
is living for real

I feel a decadent poet
Forced to bury his art
forced to bury his own heart
Under the mud of a pigsty
A cabal of murdered broken hearts
Longing for my bitter taste

Il complotto

Mi sveglio e sento che ero arenato
In un mondo che a stento mi rappresenta
Passo dopo passo raccolgo tutti i miei incubi
Come un moderno Renoir dipingo la mia vita

Non pensare che non mi preoccuperò!
Non pensare che non mi dispiaccia!
Presto troverò la mia strada e te lo farò sapere

Sedendo nella mia stanza
Mi sento così vuoto
Fissando con occhi sperduti
Le parole che sto posando
A sangue freddo
Ingoio tutto l’assenzio
Che mi hai dato tu
Quella fredda notte d’inverno

Non pensare che non mi preoccuperò!
Non pensare che non mi dispiaccia!
Presto troverò la mia strada e te lo farò sapere

Mi sento un poeta decadente
Costretto a seppellire la sua arte
Costretto a seppellire il suo stesso cuore
Sotto il fango di un porcile
Un complotto di assassinati cuori infranti
Che bramano il mio amaro sapore

Ti ho perso, ti ho perso, fratello
La forza che nascondevi nei tuoi occhi
Mi fa credere che posso
ancora vivere la mia vita
Ho imparato, dalle ceneri
Delle lacrime che ho lasciato cadere
per tutti questi anni
Il mio amore adesso sta vivendo
Sta vivendo davvero

Mi sento un poeta decadente
Costretto a seppellire la sua arte
Costretto a seppellire il suo stesso cuore
Sotto il fango di un porcile
Un complotto di assassinati cuori infranti
Che bramano il mio amaro sapore

* traduzione inviata da Music-Freak11

Tags: - 163 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .