Call me when you’re sober – Evanescence

Call me when you’re sober (Chiamami quando sei sobrio) è la traccia che apre ed il primo singolo estratto dal secondo album degli Evanescence, The Open Door, pubblicato il 29 settembre del 2006.

Formazione Evanescence (2006)

  • Amy Lee – voce, pianoforte
  • Terry Balsamo – chitarra
  • John LeCompt – chitarra
  • Will Boyd – basso
  • Rocky Gray – batteria

Traduzione Call me when you’re sober – Evanescence

Testo tradotto di Call me when you’re sober (Lee, Balsamo) degli Evanescence [Wind-Up Records]

Call me when you’re sober

Don’t cry to me
If you loved me
You would be here with me
You want me
Come find me
Make up your mind

Should I let you fall?
Lose it all?
So maybe you can remember yourself
Can’t keep believing
We’re only deceiving ourselves
And I’m sick of the lie
And you’re too late

Don’t cry to me
If you loved me
You would be here with me
You want me
Come find me
Make up your mind

Couldn’t take the blame
Sick with shame
Must be exhausting
to lose your own game
Selfishly hated
No wonder you’re jaded
You can’t play the victim this time
And you’re too late

Don’t cry to me
If you loved me
You would be here with me
You want me
Come find me
Make up your mind

You never call me when you’re sober
You only want it cause it’s over
It’s over

How could I have burned paradise?
How could I?
You were never mine

So don’t cry to me
If you loved me
You would be here with me
Don’t lie to me
Just get your things
I’ve made up your mind

Chiamami quando sei sobrio

Non venire a piangere da me.
Se mi amassi
Saresti qui con me.
Mi vuoi
Vieni a cercarmi.
Deciditi.

Avrei dovuto lasciarti cadere
Perdere tutto?
Così forse puoi ricordare te stesso.
Non posso continuare a crederti
Stiamo solo ingannando noi stessi.
E sono stanca della menzogna
Sei davvero in ritardo.

Non venire a piangere da me.
Se mi amassi
Saresti qui con me.
Mi vuoi
Vieni a cercarmi.
Deciditi.

Non potevo prendermi la colpa
Sono stanca di provare vergogna
Deve essere estenuante
perdere al tuo stesso gioco.
Egoisticamente odiato
Non sorprende che tu sia sfinito.
Non puoi recitare la parte della vittima stavolta
Sei arrivato tardi.

Non venire a piangere da me.
Se mi amassi
Saresti qui con me.
Mi vuoi
Vieni a cercarmi.
Deciditi.

Non mi chiami mai quando sei sobrio.
Lo vuoi solo perchè è finita
È finita.

Come ho potuto bruciare il paradiso?
Come ho potuto?
Tu non sei mai stato mio.

Allora non venire a piangere da me.
Se mi amassi
Saresti qui con me.
Non mentirmi
Prendi le tue cose.
Ho deciso per te.

Tags: - 924 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .