Candlelight fantasia – Symphony X

Candlelight fantasia (Fantasia a lume di candela) è la traccia numero nove del terzo album dei Symphony X, The Divine Wings of Tragedy, pubblicato il primo gennario del 1997. La prima strofa di Candlelight Fantasia è basata sulla Toccata e Fuga in Fa Maggiore BWV 540 di Johann Sebastian Bach.

Formazione Symphony X (1997)

  • Russell Allen – voce
  • Michael Romeo – chitarra
  • Thomas Miller – basso
  • Jason Rullo – batteria
  • Michael Pinnella – tastiere

Traduzione Candlelight fantasia – Symphony X

Testo tradotto di Candlelight fantasia (Romeo, Miller, Pinnella) dei Symphony X [Zero Corporation]

Candlelight fantasia

Just one more night
One more score
Another question in my mind,
can’t take no more

Kissing the tears form my face
as they fall
To the ground in silence
in twilight and faded time
Spirits cold, with no love
Bells ring the lonely chime
Candle fires
These lit dreams can’t burn alone

Winds of change bring songs
upon my memory
An empty heart and soul
intoxicates me
This darkened page orchestrates
my final destiny
Not knowing what,
what tomorrow will bring

From within the mirrors eyes
I’m forced to run away and hide
I feel those mystic eyes subside
And leave me blind
Through passages in time
I’m prisoned and locked behind the door
Lonely roses slowly wither and die

I can’t escape this captive misery
Heart stone cold, under supremacy
Thrown into a raging sea of tyranny

Life’s vile walls have
tangled me in webs
Eternally caught in my futures threads
Play the violent strings of my symphony

Transcend the absence of this fantasy
Just another vision
Washed away with the tide
No place for forgotten ones
I cannot deny
What lies beyond, beyond this fantasy

From within the mirrors eyes
I’m forced to run away and hide
I feel those mystic eyes subside
And leave my blind
Through passages in time
A prisoner locked behind the door
Lonely roses slowly wither and die

Fantasia a lume di candela

Soltanto un’altra notte
Un altra tacca
Un’altra domanda nella mia mente,
Non posso sopportare

Bacio le lacrime mentre
scendono dal mio volto
A terra, silenziosamente
Nel crepuscolo e nel tempo svanito
Freddi spiriti, senza amore
Le campane suonano una malinconica melodia
La candela brucia
Questi sogni accesi non possono ardere da soli

Venti di cambiamento portano canzoni
alla mia memoria
Un cuore e un’anima vuoti
mi intossicano
Quest’oscura pagina orchestra
il mio destino finale
Non sapendo cosa,
Cosa il domani ci porterà

Dagli occhi dello specchio
Sono costretto a fuggire e a nascondermi
Sento questi occhi mistici quietarsi
E lasciarmi cieco
Attraverso varchi nel tempo
Un prigioniero chiuso dietro la porta
Solitarie rose lentamente appassiscono e muoiono

Non posso fuggire da questa miseria prigioniera
Un freddo cuore di pietra, sotto supremazia
Gettato in un tempestoso mare di tirannia

Le spregevoli mura della vita
mi hanno intrappolato in fili
Imprigionato eternamente nelle mie trame future
Suono le violente corde della mia sinfonia

Trascendo l’assenza di questa fantasia
Soltanto un’altra visione
Lavata via dalla marea
Non c’è luogo per i dimenticati
Non posso negare
Ciò che giace al di là, al di là di questa fantasia

Dagli occhi dello specchio
Sono costretto a fuggire e a nascondermi
Sento questi occhi mistici quietarsi
E lasciarmi cieco
Attraverso varchi nel tempo
Un prigioniero chiuso dietro la porta
Solitarie rose lentamente appassiscono e muoiono

Tags: - 297 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .