Child of desolation – Virgin Steele

Child of desolation (Figlio della desolazione) è la traccia numero dodici del nono album in studio dei Virgin Steele, The House of Atreus Act I, pubblicato il 16 novembre del 1999. Il brano è preceduto dalle strumentali Narcissus e A song of prophecy e dalla breve And Hecate smiled (Ed Ecate sorrideva)

Formazione Virgin Steele (1999)

  • David DeFeis – voce, tastiere
  • Edward Pursino – chitarra, basso
  • Frank Gilchriest – batteria

Traduzione And Hecate smiled – Virgin Steele

Testo tradotto di And Hecate smiled (DeFeis) dei Virgin Steele [Noise]

And Hecate smiled

[Elders:]
Bride of lawless lies sent
Ten thousand men to die
Prophecies un-met still cry
Cold we understand
Blood and fear still walk the land
Looking for the scars
we hide from ourselves

I see the fire spreading,
I see the towers burn
I hear the voices calling,
I see the King´s return
Did they die for God and Glory,
Drowned in mist,
cast from the light
Trapped inside the line of fire,
Vale of tears, passage of shame
On this Day of Doom!

Ed Ecate sorrideva

[Anziani]
Sposa di menzogne senza legge ha inviato
dieci mila uomini a morire
Le profezie non avverate ancora gridano
A mente fredda capiamo
Sangue e paura sono ancora sulla terra
Cercando le cicatrici
Ci nascondiamo a noi stessi

Vedo il fuoco che si propaga
Vedo le torri bruciare
Sento le voci che chiamano
Vedo il ritorno del Re
Sono morti per Dio e la gloria?
Annegati nella nebbia
Caduti dalla luce
Intrappolati all’interno della linea di fuoco,
Valle di lacrime, il passaggio della vergogna
in questa giorno di sventura

Traduzione Child of desolation – Virgin Steele

Testo tradotto di Child of desolation (DeFeis) dei Virgin Steele [Noise]

Child of desolation

[Cassandra]
Children forlorn,
victims of the daimon within
Oaths made in violence,
punishment in turn
There is no light to guide me
on my long and painful road
I wait in silence,
I wait for death
with the last of this day’s sun…

Broken wings,
blood freed upon the air
A trampled marriage bed
The father sees,
his gods cry out,
the flesh spills down
And judgement kills the crime

Gods of the dead bring me
my life back again
I’m fallin’, I’m callin’
Gods of the dead
don’t let me die unavenged
I’m fallin’, I’m callin’
I won’t be here to see them mourning…
Enter the night…

Emblems of prophecy,
I throw them all away
Drink the fire of the pitiless god…
When the blood of death has fallen,
who can call it back
To the form that it once held

Gods of the dead bring me
my life back again
I’m fallin’, I’m callin’
Gods of the dead
don’t let me die unavenged
I’m fallin’, I’m callin’
And the dead will taste
a deeper treasure than youth or life

Bury me beside the endless sea,
raise my ashes to the wind
Remember me when falls another life,
quench my funeral pyre with wine

Figlio della desolazione

[Cassandra]
Bambini disperati,
vittime del demone che hanno dentro
giuramenti fatti nella violenza,
punizioni a loro volta
non c’è nessuna luce a guidarmi
sulla mia lunga e dolorosa strada
Aspetto in silenzio,
aspetto la morte
sul finire di questo giorno di sole…

Ali spezzate,
sangue schizzato in aria
Un letto di matrimonio calpestato
il padre vede,
i suoi Dei piangono,
la carne cade giù
e il giudizio uccide il crimine

Il dio della morte mi ha
ridato la vita ancora una volta
Sto cadendo, sto chiamando
Il dio della morte
non mi lascia morire senza vendicarsi
Sto cadendo, sto chiamando
non sarò qui per vedere il loro cordoglio…
Arriva la notte…

Emblemi della profezia,
li ho gettati tutti via
Bevi il fuoco dello spietato dio
Quando il sangue della morte è caduto,
chi può richiamarlo
Alla forma che una volta aveva

Il dio della morte mi ha
ridato la vita ancora una volta
Sto cadendo, sto chiamando
Il dio della morte
non mi lascia morire senza vendicarsi
Sto cadendo, sto chiamando
ed i morti assaporeranno un tesoro
più profondo della giovinezza o della vita

Seppelliscimi accanto al mare infinito,
spargi le mie ceneri al vento
ricordati di me quando si spegne un’altra vita,
smorza la mia pira funeraria con il vino

Tags:, - 354 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .