Clayman – In Flames

Clayman (L’uomo di argilla) è la traccia numero sei e quella che da il nome al quinto album degli In Flames, pubblicato il 3 luglio del 2000.

Formazione In Flames (2000)

  • Anders Fridén – voce
  • Björn Gelotte – chitarra
  • Jesper Strömblad – chitarra
  • Peter Iwers – basso
  • Daniel Svensson – batteria

Traduzione Clayman – In Flames

Testo tradotto di Clayman (Fridén, Gelotte, Strömblad) degli In Flames [Nuclear Blast]

Clayman

Your self control makes me feel alone
I’ve tried confidence,
had it for breakfast today
I’ve lost the perfection,
a mess without words
(And) As the seasons change
I’ll continue to ignore
The image I project
me without me
The picture that I scanned is borrowed

After the education
you stopped making sense to me
Seems to me that it’s all the same,
time and time again
Slowly, all that I believed in,
turning into a lie
To aim and miss,
my supernatural art
Spending to much time with myself
Trying to explaining who I am

How come it’s possible
I wish there was a way
(Suddenly) I feel so invincible
I’m the sculpture made out of clay

I need someone to break the silence
before it all falls apart
I need something to cling onto
before I break you in parts

So afraid of
what you may think
And all the plastic people
that surrounds me
I have to find the path
to where it all begins
To teach the world
my supernatural art

L’uomo di argilla

Il tuo autocontrollo mi fa sentire solo
Ho provato ad affidarmi alla confidenza,
l’ho presa oggi a colazione
Ho perso la perfezione,
sono in un casino indescrivibile
E mentre le stagioni si susseguono
io continuo ad ignorare
L’immagine che proietto
mi rappresenta senza il vero me stesso
Il mio ritratto è stato dato via

Dopo l’educazione
per me non avete più senso
Mi sembra che tutto
sia sempre uguale e si ripeta
Lentamente tutto ciò in cui ho creduto
si è trasformato in una bugia
Ho cercato la mia arte soprannaturale
e non l’ho trovata
Ho passato troppo tempo con me stesso
Cercando di farmi spiegare chi sono

Com’è possibile?
Avrei voluto che ci fosse un modo
Improvvisamente mi sento così invincibile
Sono la scultura fatta di argilla

Mi serve qualcuno che spezzi il silenzio
Prima che tutto vada a pezzi
Mi serve qualcosa a cui aggrapparmi
Prima che vi distrugga tutti

Sono così spaventato
da ciò che potreste pensare
E da tutte le persone di plastica
che mi circondano
Devo trovare il sentiero
da dove tutto è iniziato
Per insegnare al mondo
la mia arte soprannaturale

Tags:, - 507 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .