Cosmic key to my creation and time – Emperor

Cosmic key to my creation and time (La cosmica chiave per la mia creazione ed il tempo) è la traccia numero quattro del primo album degli Emperor, In the Nightside Eclipse, pubblicato il 21 febbraio del 1994.

Formazione Emperor (1994)

  • Ihsahn – voce, chitarra, tastiere
  • Samoth – chitarra
  • Tchort – basso
  • Faust – batteria

Traduzione Cosmic key to my creation and time – Emperor

Testo tradotto di Cosmic key to my creation and time (Ihsahn, Samoth) degli Emperor [Candlelight]

Cosmic key
to my creation and time

The heavens are lit by the stars,
where years of secrets
of universal forces
lay hid.
They shine so bright,
but yet they have seen more evil
than time itself.
Reflected in the deepless lakes,
they are drowning in black elements.

They are the planetary keys
to unlimited wisdom
and power for the Emperor
to obtain.
They being the gods of the wolves
whom upon they bark at night…

…Requesting their next victim
in thirst of blood.
I enjoy those moments.
I may hunt with these beats of the night.

What kinds of beings are existing
at the deeps of my lakes?
They surely must be of an evil race,
for no friendly thing can live
in such depressive waters.

I will be reborn
before I die.

All these landscapes are timeless,
and this is all just a part of cosmos,
but all is mine
and past and future
is yet to discover.
Much have been discovered,
but tomorrow I will realise
I existed before myself.

I will be reborn
before I die.

I will realise planets ages old,
created by a ruler
with a crown of dragon claws.
Arrived with a stargate,
a king among the wolves in the night.
An observer of the stars.

I will realise planets ages old,
created by a ruler
with a crown of dragon claws.
Arrived with a stargate,
a king among the wolves in the night.
An observer of the stars.

An observer of the stars.
An observer of the stars.

La cosmica chiave
per la mia creazione ed il tempo

I cieli son illuminati dagl’astri,
ove anni di segreti
d’universali forze
giaccion celati.
Esse brillan così sfavillanti,
ma non hanno ancora visto un male peggiore
del tempo stesso.
Riflesse nei laghi abissali,
esse annegan in tetri elementi.

Esse son chiavi planetarie
per l’illimitata saggezza
e per il potere che l’Imperatore
deve ottenere.
Esse sono i numi dei lupi
che verso loro ululano la notte…

…Richiedendo la loro prossima vittima
nella sete di sangue.
Mi godo quest’istanti.
Potrei cacciare con queste fiere all’imbrunire.

Che gener d’esseri vivon
nelle profondità dei miei laghi?
Di certo devon esser d’una razza iniqua,
poiché nessun amichevole organismo può esistere
in acque così depresse.

Rinascerò ancora una volta
prima di morire.

Tutte queste valli son eterne,
e ciò è solo un’esigua parte del cosmo,
ma è tutta mia
ed il passato e futuro
devon ancora esser scoperti.
Molto è stato svelato,
ma domani realizzerò
ch’io son esistito prima della mia essenza.

Rinascerò ancora una volta
prima di morire.

Realizzerò pianeti d’eoni d’età,
plasmati da un dominatore
con una corona d’artigli di drago.
Giunto qui con un portale stellare,
un re tra i lupi nella notte.
Un osservatore delle stelle.

Realizzerò pianeti d’eoni d’età,
plasmati da un dominatore
con una corona d’artigli di drago.
Giunto qui con un portale stellare,
un re tra i lupi nella notte.
Un osservatore delle stelle.

Un osservatore delle stelle.
Un osservatore delle stelle.

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 86 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .