Creator failure – Iced Earth

Creator failure (Un fallimento del creatore) è la traccia numero sei del terzo album degli Iced Earth, Burnt Offerings, pubblicato il 18 aprile del 1995.

Formazione Iced Earth (1996)

  • Matthew Barlow – voce
  • Jon Schaffer – chitarra
  • Randall Shawver – chitarra
  • Dave Abell – basso
  • Rodney Beasley – batteria

Traduzione Creator failure – Iced Earth

Testo tradotto di Creator failure (Abell, Schaffer, Shawver) degli Iced Earth [Century]

Creator failure

A lonely maiden stands
Bound to the obelisk
As she tugs and pulls
And tries to twist
Shackles slice her virgin wrists
Blood now covers her tiny hands
How does thou receive this fate?
She asks of her own mind
Purity, innocence, encourage death
Life… gone is mine

I also ask of you my lord
Thy god in heaven
For I understand the error of mans ways
But of creation and the seven days
When was created the murky haze
From which the beast has risen

Fail me not my master
For this is your creation
Your son the bastard
Leviathan

Blackness, dripping stench
Unrelenting vice
Vile embellishment
Transcending pure evil

Standing now before her eyes
Wings expanding…she’s going to die
Belching blue green fire
Flesh feeds the desire
The serpent gods apocalyptic smile

Come to me my demon brother
Of us both and our fathers
A failure of creation … abomination

Un fallimento del creatore

Una vergine, sola
È legata all’obelisco
Tira le corde, le muove
E cerca di strapparle
I ceppi tagliano i suoi polsi
E il sangue copre le sue piccole mani
Come mai è stato questo il tuo destino?
Questa è la domanda che aleggia nella sua mente
La purità e l’innocenza incoraggiano la morte
La vita… se n’è andata, è mia

Lo chiedo a te, mio Signore
A te, Dio nei cieli
Perché capisco i tuoi errori
Nella creazione, durante quei sette giorni
Quando venne creata la tetra foschia
Da cui nacque la bestia

Non farmi fallire, mio padrone
Perché questa è la tua creazione
Tuo figlio è il bastardo
Il Leviatano

L’oscurità ha un alone terribile
È un vizio implacabile
Un vile ornamento
Che trascende il puro male

Adesso l’angelo è davanti ai suoi occhi
Apre le ali… sta per morire
Viene avvolta da fiamme blu e verdi
La sua carne nutre il desiderio
Per il sorriso apocalittico del Dio Serpente

Vieni a me, mio fratello demoniaco
Sei mio fratello come lo erano i nostri padri
Sei un fallimento della creazione… un abominio

Tags: - 65 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .