Dark reflections – Candlemass

Dark reflections (Riflessi bui) è la traccia che apre, dopo l’intro The propecy, il quarto album dei Candlemass, Tales of creation, pubblicato il 25 settembre del 1989. Il brano è seguita dalla breve Voices in the wind.

Formazione Candlemass (1989)

  • Messiah Marcolin – voce
  • Lars Johansson – chitarra
  • Mats Björkman – chitarra
  • Leif Edling – basso
  • Jan Lindh – batteria

Traduzione The prophecy – Candlemass

Testo tradotto di The prophecy (Edling) dei Candlemass [Music for Nations]

The Prophecy

“Holy was the star from which you were born,
to a world where darkness
and fear take form
A lonely soul with a heart of light to find
beyond reality, forgotten in time
Seek the heart, seek in your dreams
visit your nightmares and realms yet unseen
You are alone, the last one to be
a representative of mankind
to decide the final destiny
Will you be saved or will you stay blind
deep in your soul the answer you’ll find”

The words were spoken,
I cried in my hands
the bringer of wisdom,
or the one who condemns
Can I succeed
where the mighty have failed
and recreate the harmony
from where salvation hails

La profezia

“Santa era la stella dalla quale eri nato
verso un mondo da dove vengono
oscurità e paura
Un’anima solitaria con un cuore di luce da trovare
oltre la realtà, dimenticata col tempo
cerca il cuore, cerca nei tuoi sogni
visita i tuoi incubi e reami già visti
Tu sei solo, l’ultimo a essere
Un rappresentante del genere umano
a decidere il destino finale
Sarai salvato o resterai cieco?
troverai la risposta nel profondo della tua anima”

Le parole furono dette,
io piansi tra le miei mani
il portatore di saggezza,
o quello che condanna
Posso io avere successo
dove i mitici hanno fallito
e ricreare l’armonia
da dove la salvezza viene?

Traduzione Dark reflections – Candlemass

Testo tradotto di Dark reflections (Edling) dei Candlemass [Music for Nations]

Dark reflections

A black star fell down the night I was reborn
a last chance to save us, a last chance
to turn dusk to dawn
The vultures they cried out
their welcome to greet my arrival
the shadows they danced for my death
at the nightmare’s trial
The demons of fear tearing
my sad soul apart
a horned winged creature laughed out
its scorn to the dawn
The sun wasn’t able
to send down its light,
swallowed by thoughts in my mind
Dark was my conscience,
I was the last of my kind

I was dead
awake in hell
A lonely corpse
to break the spell
A soul in flames
a heart in chains

Can’t you see
You must believe…
The witchbrew was drained,
I couldn’t escape my fate
wrong was this place
full with awful disgrace and hate
Sweet ancient memories,
fragments of times that have passed
came to my mind like a blessing
with grace for my eyes

I was dead
awake in hell
A lonely corpse
to break the spell
A soul in flames
a heart in chains

Riflessi bui

Cadde una stella nera la notte che io rinacqui
Un’ultima possibilità di salvarci, un’ultima
possibilità di trasformare il tramonto in alba
Gli avvoltoio gridavano
il loro benvenuto per salutare la mia venuta
le ombre danzavano per la mia morte
alla prova dell’incubo
I demoni della paura laceravano
la mia trise anima
una creatura alata
derideva l’alba
Il sole non era capace
di mandare la sua luce,
inghiottita dai pensieri nella mia mente
Scura era la mia coscienza,
ero l’ulimo della mia specie

Ero morto
sveglio nell’inferno
Un cadavere solitario
per spezzare l’incantesimo
Un’anima in fiamme
Un cuore in catene

Non potete capire
dovete credere
Il filtro magico è stato scolato,
non potevo sfuggire al mio destino
guasto era questo luogo
pieno di tanta disgrazia e odio
Dolci vecchi ricordi,
frammenti di un tempo che è passato
vennero alla mia mente come una benedizione
con grazia per i miei occhi

Ero morto
sveglio nell’inferno
Un cadavere solitario
per spezzare l’incantesimo
Un’anima in fiamme
Un cuore in catene

Traduzione Voices in the wind – Candlemass

Testo tradotto di Voices in the wind (Edling) dei Candlemass [Music for Nations]

Voices in the wind

North is cold, summer is late
South is sorrow, surrounded by hate
West is far, a dream you are creating
East is here, and your fate is awaiting

Voci nel vento

Il nord è freddo, l’estate è in ritardo 
Il sud è dolore, circondato dall’odio 
L’ovest è lontan, un sogno che stai creando 
L’est è qui, e il tuo destino sta aspettando

Tags: - 174 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .