Darkness – Tarja

Darkness (Oscurità) è la traccia numero sei del terzo album di Tarja Turunen, Colours in the dark, pubblicato il 30 agosto del 2013. Darkness è una cover del brano di Peter Gabriel, brano che apre il suo settimo album in studio Up pubblicato nel 2002.

Formazione (2013)

  • Tarja Turunen – voce
  • Alex Scholpp – chitarra
  • Kevin Chown – basso
  • Mike Terrana – batteria
  • Max Lilja – violoncello
  • Christian Kretschmar – tastiere

Traduzione Darkness – Tarja

Testo tradotto di Darkness (Peter Gabriel) di Tarja [Earmusic]

Darkness

I’m scared of swimming in the sea
Dark shapes moving under me
Every fear I swallow makes me small
Inconsequential things occur
Alarms are triggered
Memories stir

It’s not the way it has to be

I’m afraid of what I do not know
I hate being undermined
I’m afraid I can be devil man
And I’m scared to be divine
Don’t mess with me my fuse is short
Beneath this skin these fragments caught

When I allow it to be
There’s no control over me
I have my fears
But they do not have me

Walking through the undergrowth,
to the house in the woods
The deeper I go, the darker it gets
I peer through the window
Knock at the door
And the monster I was
So afraid of
Lies curled up on the floor
Is curled up on the floor
just like a baby boy

I cry until I laugh

I’m afraid of being mothered
With my balls shut in the pen
I’m afraid of loving women
And I’m scared of loving men
Flashbacks coming in every night
Don’t tell me everything’s alright

When I allow it to be
It has no control over me
I own my fear
So it doesn’t own me

Walking through the undergrowth,
to the house in the woods
The deeper I go, the darker it gets
I peer through the window
Knock at the door
And the monster I was
So afraid of
Lies curled up on the floor
Is curled up on the floor
just like a baby boy

I cry until I laugh

Oscurità

Ho paura di nuotare in mare
Forme scure si muovono sotto di me
ogni paura che inghiotto mi rende piccolo
accadono cose senza senso
Allarmi stanno suonando
Ricordi si risvegliano

Non è cosi che deve essere

Ho paura di quello che non so
Odio essere indebolito
Ho paura di poter essere un uomo diabolico
e sono spaventato di essere divino
Non mi provocare, sono facilmente suscettibile
Sotto questa pelle sono rinchiusi questi frammenti

Quando permetto che ciò accada
Non c’è nessun controllo su di me
Ho le mie paure
Ma loro non mi posseggono

Camminando attraverso il sottobosco
verso la casa nei boschi
piu mi addentro, più diventa oscuro
Scruto attraverso la finestra
Busso alla porta
e il mostro
da cui ero cosi impaurito
stà rannicchiato sul pavimento
È rannicchiato sul pavimento,
proprio come un bambino

Piango fino a quando rido

Ho paura di diventare materno
con le mie palle chiuse nel recinto
Ho paura ad amare donne
E sono spaventato di amare uomini
Flashback ritornano ogni notte
Non dirmi che tutto va bene

Quando permetto che ciò accada
Non c’è nessun controllo su di me
Ho le mie paure
Ma loro non mi posseggono

Camminando attraverso il sottobosco
verso la casa nei boschi
piu mi addentro, più diventa oscuro
Scruto attraverso la finestra
Busso alla porta
e il mostro
da cui ero cosi impaurito
stà rannicchiato sul pavimento
È rannicchiato sul pavimento,
proprio come un bambino

Piango fino a quando rido

Tags:, - 284 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .