Dead winter dead – Savatage

Dead winter dead (Appassito inverno morto) è la traccia numero dieci e quella che da il nome al decimo album dei Savatage, pubblicato il 24 ottobre del 1995.

Formazione dei Savatage (1995)

  • Zachary Stevens – voce
  • Al Pitrelli – chitarra
  • Chris Caffery – chitarra
  • Johnny Lee Middleton – basso
  • Jeff Plate – batteria
  • Jon Oliva – tastiere

Traduzione Dead winter dead – Savatage

Testo tradotto di Dead winter dead (Jon Oliva, Paul O’Neill) dei Savatage [Atlantic]

Dead winter dead

Feel the rush, feel the rush
in the back of your head
“Breathe it in, breathe it in”,
isn’t that what they said
As you stood in the night
‘neath the glow of the fires?

Watch it burn, watch it burn,
watch it reach through the night
Feel the heat, feel the heat
as you bask in its light
As the puppets hang
upon their wires

I’ve lost my way,
kneel down and pray
It all decays,
it takes me down, down, down
Like the minister said,
like the minister said
Where this all has led,
dead winter dead

Can you hear what I hear
in the back of your mind
As you stand on the stage
when they tell you it’s time
To read words from a past
you can’t remember?

Gotta keep what you have,
tell me what is it for
If it made sense my friend,
well, then not anymore
Every dream I’m told has its December

I’ve lost my way,
kneel down and pray
It all decays,
it takes me down, down, down
Like the minister said,
like the minister said
Where this all has led,
dead winter dead

Appassito inverno morto

Percepisci lo sfogo, percepisci lo sfogo
da dietro il tuo capo
“Respiraci dentro, respiraci dentro”,
non è forse questo ciò che hanno detto
Quando ti alzavi la notte
sotto i bagliori delle fiamme?

Fissalo bruciare, fissalo bruciare,
fissalo giungere nel cuore della notte
Senti il calore, senti il calore
quando ti crogioli alla luce
Quando i pupazzi pendono
impiccati dai cavi elettrici

Ho perso il mio cammino,
inginocchiati e prega
Collassa del tutto,
mi smonta, smonta, smonta
Come disse il ministro,
come disse il ministro
Dove costui ha capeggiato tutti,
un appassito inverno morto

Puoi tu sentire ciò che sento io
nei recessi della tua mente
Quando tu ti ergi sul palco
mentre essi t’avvertono che è ora
Di leggere parole derivanti da un passato
di cui non serbi alcun ricordo?

Tienti stretto ciò che possiedi
dimmi a cosa serve
Se ciò amico mio ha un senso,
beh, non ce l’avrà ancora per molto
Ogni sogno che ho narrato ha il suo Dicembre

Ho perso il mio cammino,
inginocchiati e prega
Collassa del tutto,
mi smonta, smonta, smonta
Come disse il ministro,
come disse il ministro
Dove costui ha capeggiato tutti,
un appassito inverno morto

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags:, - 256 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .