Where death seems to dwell – Amon Amarth

Where death seems to dwell (Dove la morte sembra abitare) è la traccia numero due del quinto album degli Amon Amarth, Fate of Norns, pubblicato il 6 settembre del 2004.

Formazione Amon Amarth (2004)

  • Johan Hegg – voce
  • Olavi Mikkonen – chitarra
  • Johan Soderberg – chitarra
  • Ted Lundström – basso
  • Frederik Andersson – batteria

Traduzione Where death seems to dwell – Amon Amarth

Testo tradotto di Where death seems to dwell degli Amon Amarth [Metal Blade]

Where death seems to dwell

Through a dark and desolate valley he walks
Pale, flickering fires light the way
Along an ice cold river lies his path
The sky is of darkest grey

A cold wind pierce through his bones
And the sharp rocks cut his feet
His clothes and skin are ripped by thorns
His eyes appear to bleed

The land is dead and dry
The water is poisonous
Unknown creatures howling to the sky
Blood chilling and ravenous

The air is thick and dense
A smell of rotting flesh
Every breath is like one thousand knives
Cutting through his chest

Black birds of prey circle the sky
He hears the shadows moan
He sees pale faces pass him by
But he walks this path alone

Darkness fills his heart with chilling fear
A nameless fear he cannot quell
How did he ever end up here?
This place where death seems to dwell

He repeats the question in his weary mind
The riddle gives him no rest
Yet he knows the answer deep inside
He’s been touched by the chill of death

Enchanting voices urge him on
Through he wants to turn around
They sing to him with soothing words
A chilling, frighting sound

A cold blue light shimmer ahead
Where a mountain reaches for the sky
Nidafiell, mountain of the dead
Terrifying it’s might

He approach the gates
his heart is cold
He understands all to well
She awaits him
The truth unfolds
He’s been sent to Nifelhel

Dove la morte sembra abitare

Cammini attraverso una oscura e desolata valle
Pallidi, tremolanti fuochi illuminano la strada
Lungo un fiume ghiacciato si trova la sua strada
il cielo è di un grigio molto scuro

Un freddo vento penetra tra le sue ossa
E le rocce appuntite tagliano i piedi
I vestiti e la sua pelle sono strappati dalle spine
I suoi occhi sembrano sanguinare

La terra è morto e arida
L’acqua è avvelenata
Creature sconosciute ululano al cielo
Sangue agghiacciante e famelico

L’aria è spessa e densa
Un odore di carne putrefatta
Ogni respiro è come un migliaio di coltelli
che tagliano il suo petto

Neri rapaci girano in cerchio nel cielo
Sente le ombre gemere
e vede pallidi volti accanto a lui
ma lui percorre questo sentiero da solo

L’oscurità riempie il cuore di paura agghiacciante
Una paura senza nome che non può sedare
Come mai ha fatto a finire qui?
In questo luogo dove la morte sembra abitare

Ripete la domanda nella sua mente stanca
L’enigma non gli dà tregua
Eppure sa che la risposta è dentro di lui
È stato toccato dal gelo della morte

Incantevolil voci lo spingono ad avanzare
sebbene lui voglia fare dietrofront
Gli cantano con parole di conforto
Un agghiacciante, spaventoso suono

Una pallida luce blu brilla avanti
dove la montagna raggiunge il cielo
Nidafiell, la montagna della morte
Terrificante è la sua potenza

Si avvicina alle porte
il suo cuore è freddo
Lui capisce tutto bene
Lei lo aspetta
La verità viene a galla
Lui è stato mandato nel Nifelhel*

* Il Niflhel (letteralmente inferno delle nebbie) è nella cosmologia norrena il luogo posto nei più profondi abissi del mondo.

Tags: - 123 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .