Death – Judas Priest

Death (Morte) è la traccia numero nove del sedicesimo album dei Judas Priest, Nostradamus, pubblicato il 13 giugno del 2008.

Formazione Judas Priest (2008)

  • Rob Halford – voce
  • Glenn Tipton – chitarra
  • K.K. Downing – chitarra
  • Ian Hill – basso
  • Scott Travis – batteria
  • Don Airey – tastiere

Traduzione Death – Judas Priest

Testo tradotto di Death (Halford, Downing, Tipton) dei Judas Priest [Epic]

Death

I will take your final breath
And I will be your last regret
Cold blood – runs in my blackened heart
Tearing – every soul apart

Messenger of death – wields the scythe
Of man’s damnation
Messenger of death – hold his blade
For termination

Sin – is what I feast upon
I’m forging my crematorium
Your tomb – is waiting here for you
Welcome to my ritual

Messenger of death – wields the scythe
Of man’s damnation
Messenger of death – hold his blade
For termination

Death rides out from the storm
We turn to God and cry
Ignored we turn to face
This vengeance from the sky

Death rides out from the storm
No time left to repent
No quarter – no escape
No line of self defence

Death rides out from the storm
In terror we confess
Our voice is heard no more
His deed is merciless

Death rides out from the storm
Deface humanity
There’s no escape from this
Human calamity

Death rides out from the storm
We turn to God and cry
Ignored we turn to face
This vengeance from the sky

Messenger of death – wields the scythe
Of man’s damnation
Messenger of death – holds his blade
For termination

Morte

Prenderò il tuo ultimo respiro
e sarò il tuo ultimo rimpianto
Sangue freddo, corre nel tuo cuore annerito
Strappando, ogni anima in pezzi

Messaggera di morte, brandisce la falce
della dannazione degli uomini
Messaggera di morte, tiene la sua lama
per la morte

Peccato, è quello che festeggio
Sto forgiando il mio crematorio
La tua tomba, ti sta aspettando
Benvenuto al mio rituale

Messaggera di morte, brandisce la falce
della dannazione degli uomini
Messaggera di morte, impugna la sua lama
per la fine

La morte cavalca fuori dalla tempesta
Ci rivolgiamo a Dio e preghiamo
ignorati ci prepariamo ad affrontare
questa vendetta dal cielo

La morte cavalca fuori dalla tempesta
non c’è più tempo per pentirsi
Nessuna misericordia, nessuna fuga
Nessuna linea di autodifesa

La morte cavalca fuori dalla tempesta
Nel terrore confessiamo
la nostra voce non si sente più
le sue gesta sono spietate

La morte cavalca fuori dalla tempesta
Deturpa l’umanità
Non c’è fuga da questa
calamità umana

La morte cavalca fuori dalla tempesta
Ci rivolgiamo a Dio e preghiamo
ignorati ci prepariamo ad affrontare
questa vendetta dal cielo

Messaggera di morte, brandisce la falce
della dannazione degli uomini
Messaggera di morte, impugna la sua lama
per la fine

Tags: - 306 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .