December flower – In Flames

December flower (Fiore di dicembre) è la traccia numero otto del secondo album in studio degli In Flames, The Jester Race, pubblicato il 20 febbraio del 1996.

Formazione In Flames (1996)

  • Anders Fridén – voce
  • Glenn Ljungström – chitarra
  • Jesper Strömblad – chitarra
  • Johan Larsson – basso
  • Björn Gelotte – batteria
  • Kaspar Dahlkvist – tastiere

Traduzione December flower – In Flames

Testo tradotto di December flower (Ljungström, Strömblad) degli In Flames [Nuclear Blast]

December flower

Towards the rich, archaic heavens,
Towards the lack diorama,
You are the artist and the texture
That plays with
the mantle of the Earth.

When the bleakest of powders
Lie rooted to the starched stones,
And the roots that feed the peaking trees
Embrace the sleeping shores.

Archaic pearls of sleep and death,
The voice of December losing its breath.
And the floweryard
of white and grey is haunted,
Is haunted.

White as the down of flaking snow,
The heroic emblems of life.

Green is the colour of my death,
As the winter-guise,
I swoop towards the ground.
Green is the landscape
of my sorrowfilled passing.

Archaic pearls of sleep and death,
the voice of December losing its breath.
And the floweryard
of white and grey is haunted,
Is haunted.

White as the down of flaking snow,
the heroic emblems of life.

We are in flames,
Towards the dead archaic heavens.
We are the mantle and the texture.

That alters the mantle of the Earth.
Archaic pearls of sleep and death,
The voice of December losing its breath.
And the floweryard
of white and grey is haunted,
Is haunted.

White as the down of flaking snow,
The heroic emblems of life.

Fiore di dicembre

Di fronte agli opulenti, arcaici empirei,
Di fronte il diorama assente,
Tu ne sei l’artista e il tessuto
Che scherza amabilmente
con il manto della Terra.

Quando le più tetre tra le polveri
Giacciono immobili sui massi inamidati,
E le radici che nutrono gl’alberi svettanti
Sposano i dormienti lidi.

Perle primitive di sonno e morte
Il sussurro de Dicembre smarrisce il suo respiro.
E il campo fiorito è impreziosito
di tinte candide e bigie,
Ѐ impreziosito.

Bianco come l’albore dei fiocchi di neve,
L’eroico emblema della vita.

Verde è il colore della mia morte,
Come la veste invernale,
mi piombo in linea col suolo.
Verde è il paesaggio del mio passaggio
carco di sofferenza.

Perle primitive di sonno e morte
Il sussurro de Dicembre smarrisce il suo respiro.
E il campo fiorito è impreziosito
di tinte candide e bigie,
Ѐ impreziosito.

Bianco come l’albore dei fiocchi di neve,
L’eroico emblema della vita.

Noi siamo avvolti nelle fiamme,
Di fronte agli opulenti.
Noi siamo il manto e il tessuto.

Ciò altera il manto della Terra.
Perle primitive di sonno e morte
Il sussurro de Dicembre smarrisce il suo respiro.
E il campo fiorito è impreziosito
di tinte candide e bigie,
Ѐ impreziosito.

Bianco come l’albore dei fiocchi di neve,
L’eroico emblema della vita.

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 412 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .