Deviance – Slayer

Deviance (Devianza) è la traccia numero dieci del nono album degli Slayer, God Hates Us All, uscito l’11 settembre del 2001.

Formazione Slayer (2001)

  • Tom Araya – voce, basso
  • Kerry King – chitarra
  • Jeff Hanneman – chitarra
  • Paul Bostaph – batteria

Traduzione Deviance – Slayer

Testo tradotto di Deviance (Araya, Hanneman) degli Slayer [American]

Deviance

I embrace the darkness within
Forever serve beneath its hand
Horrid thoughts that surface to me
Ceremony bloods command
I will live through this forever
I have done the things you grieve
As you kneel before its evil
Death is here deep inside your

Skinned alive now naked
Terrorized no humanity
Seek salvation from an mia god
Empty vessels chanting for your death

Walk the streets beneath the shadows
Searching for a cryptic bride
Eat alive the conscience I hate
Without pain I watch you die
I will live through this forever
I have done the things you grieve
As you kneel before its evil
My face is the last you’ll see

Soaked in blood the mask you wear
Haunting cries the dead scream for me
Staring eyes invoke no guilt
I can taste your mind your lifeless

Face the dead and dying
Feel your life drain
Through your soul
Seek salvation from an mia god
Empty vessels chanting for the dead

Death is yours
Your veins have dried
Staring eyes of glass now empty
Still you speak with lips so cold
In my head I hear you cry

God is dead can’t save me
Taking lives with impunity
Resurrection of a deviant Christ
Feeding hate to capacity, deviance

Devianza

Abbraccio l’oscurità
Sarò per sempre un servo della sua mano
Mi arrivano pensieri orribili
Il sangue comanda le cerimonie
Vivrò per sempre in queste cose
Ho fatto le cose per le quali tu ti addolori
Mentre ti inginocchi alla sua malvagità
La morte è qui, profonda dentro te

Vieni spellato vivo, ora sei nudo
Terrorizzato e senza umanità
Cerchi la salvezza da un Dio scomparso in azione
Persone vuote inneggiano per la tua morte

Cammino per le strade nelle ombre
Cercando una moglie criptica
Mangio viva la coscienza che odio
Senza dolore, ti guardo morire
Vivrò per sempre in queste cose
Ho fatto le cose per le quali tu ti addolori
Mentre ti inginocchi alla sua malvagità
La mia faccia è l’ultima che vedrai

La maschera che indossi è impregnata di sangue
Cercando le urla, i morti urlano per me
Occhi che fissano e invocano la loro innocenza
Posso sentire la tua mente, sei senza vita

Affronta i morti e i morenti
Senti la tua vita scorrere via
Attraverso la tua anima
cerchi la salvezza da un Dio scomparso in azione
Persone vuote inneggiano per i morti

La morte è la tua
Le tue vene si sono prosciugate
Gli occhi sembrano di vetro, sono così vuoti
Continui a parlare con labbra così fredde
Ti sento urlare nella mia testa

Dio è morto e non può salvarmi
Prendo vite impunemente
La risurrezione di un Cristo deviato
Mi nutre con l’odio per avere capacità, devianza

Tags: - 398 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .