Diluted – Slipknot

Diluted (Annacquato) è la traccia numero dodici dell’album omonimo di debutto degli Slipknot, pubblicato il 29 giugno del 1999.

Formazione Slipknot (1999)

  • Corey Taylor – voce
  • Mick Thomson – chitarra
  • James Root – chitarra
  • Craig Jones – campionatore
  • Paul Gray – basso
  • Joey Jordison – batteria
  • Shawn Crahan – percussioni
  • Chris Fehn – percussioni
  • Sid Wilson – giradischi

Traduzione Diluted – Slipknot

Testo tradotto di Diluted (Crahan, Taylor, Thomson, Jordison, Gray) degli Slipknot [Roadrunner]

Diluted

I’m cold, I’m ugly
I’m always confused by everything
I can stare into a thousand eyes
But every smile hides a bold-faced lie

It itches, it seethes, it festers and breathes
My heros are dead, they died in my head
Thin out the herd, squeeze out the pain
Something inside me has opened up again

Thoughts of me exemplified
All the little flaws I have denied
Forget today, forget whatever happened
Everyday I see a little more
of overall deficiencies
I’m nothing short of being
one complete catastrophe

What the hell did I do
to deserve all of this?

I save all the bullets
from ignorant minds
Your insults get stuck
in my teeth as they grind
Way past good taste,
on our way to bad omens
I decrease, while my symptoms increase

God what the fuck is wrong
You act like you knew it all along
Your timing sucks,
your silence is a blessing

All I ever wanted out of you was
Something you could never be
Now take a real good look at
What you’ve fucking done to me

What the hell did I do
to deserve all of this?

Gimme any reason
why I’d need you, boy
Gimme any reason
not to fuck you up
Gimme any reason
why I’d need you, bitch
Gimme any reason
not to fuck you up

I see you in me

I keep my scars from prying eyes
Incapable of ever knowing why
Somebody breathe, I’ve got to have an answer

Why am I so fascinated by
Bigger pictures, better things
But I don’t care what you think
You’ll never understand me

What the hell did I do
to deserve all of this?

Annacquato

Ho freddo, sono orrendo
Sono sempre confuso da ogni cosa
Posso guardare in mille occhi
Ma ogni sorriso nasconde una sfacciata bugia

Prude, si agita, marcisce e respira
I miei eroi sono morti, sono morti nella mia testa
Sfoltisci il gregge, spremi il dolore
Qualcosa dentro di me si è aperto di nuovo

Pensieri di me esemplificati
Tutti i piccoli difetti che ho negato
Scordati oggi, scordati tutto ciò che è accaduto
Ogni giorno vedo sempre più
della carenze complessive
Non sono per niente stanco
di essere una completa catastrofe

Che ca##o ho fatto
per meritarmi tutto questo?

Salvo tutti i proiettili
dalle menti ignoranti
I tuoi insulti rimangono bloccati
nei miei denti mentre vengono distrutti
La via del passato, buon gusto
sulla nostra via di cattivi presagi
Io muoio, mentre i miei sintomi aumentano

Dio, che ca##o c’è di sbagliato
Ti comporti come l’avessi sempre saputo
Il tuo tempismo fa schifo,
il tuo silenzio è una benedizione

Quello che ho sempre voluto da te
era qualcosa che non potrai mai essere
Adesso fa veramente attenzione
a cosa ca##o mi hai fatto

Che ca##o ho fatto
per meritarmi tutto questo?

Dammi una ragione
per cui avrei bisogno di te , ragazzo
Dammi una ragione
per non fotterti
Dammi una ragione
per cui avrei bisogno di te , puttana
Dammi una ragione
per non fotterti

Ti vedo in me

Tengo le mie cicatrici lontane da occhi indiscreti
Incapace di capire mai il perchè
Qualcuno respira, devo avere una risposta

Perchè sono così attirato
dalle grandi figure, cose migliori
Ma non mi importa quello che pensi
Non riuscirai mai a capirmi

Che ca##o ho fatto
per meritarmi tutto questo?

Tags: - 963 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .