Disconnected – Fates Warning

Disconnected (Disconnessi) è una traccia semistrumentale, divisa in due parti che aprono e che chiudono e che danno il nome al nono album dei Fates Warning, pubblicato il 25 luglio del 2000. Mentre la prima parte è un intro quasi interamente strumentale, la seconda presenta un estratto di un monologo e termina con una frase outro in chiusura, mentre il tutto è accompagnato dalla tastiera di Kevin Moore, da minimaliste sferzate di chitarra di Jim Matheos e da un tappeto di campionamenti e synth. Il monologo della seconda parte è una registrazione risalente all’1 Ottobre del 1960: attraverso il medium britannico Leslie Flint ,che si trovava nella sua stanza per le sedute spiritiche, si manifestò la voce dai bui meandri dello spazio di colui che dichiarava di essere il barone Cosmo Gordon Lang (nato 1864 – morto 1945), arcivescovo di York (1909 – 1927/1928) ed arcivescovo di Canterbury (1928 – 1942), nonchè grande personalità della Chiesa Anglicana ed ecumenica. Questa fu la terza volta che il presunto spirito del teologo usò Flint come intermediario per trasmettere il suo enigmatico messaggio. Si pensa si tratti di estratti di ricerche svolte da Lang per quanto riguarda lo Spiritualismo e i medium, per cui mise in piedi una squadra di esperti per investigare su ciò.

Formazione Fates Warning (2000)

  • Ray Alder – voce
  • Jim Matheos – chitarra
  • Joey Vera – basso
  • Mark Zonder – batteria
  • Kevin Moore – tastiere

Traduzione Disconnected – Fates Warning

Testo tradotto di Disconnected (Alder, Matheos) dei Fates Warning [Metal Blade]

Disconnected

[Part I]

“You are disconnected”

[Part II]

“I say to you there is only one way in which
the world can be saved from itself
and that is by the realization
that love overcometh all things.
That those who have gone
before you are concerned for you, each one.
We come back to your world
endeavoring to break down
the barriers that you have created
by foolishness
and ignorance over the centuries
and we knock at your door,
hoping and praying
that you will open just a little,
that we may enter therein
and save you from yourselves.”

“I think we were disconnected”

Disconnessi

[Parte I]

“Voi siete disconnessi”

[Part II]

“Io vi dico che v’è un’unica via in cui
il mondo può esser salvato da sé stesso
e ciò può esser compiuto grazie al rendersi conto
che l’amore sempre ha prevalso su ogni cosa.
Fatto sta che costoro se ne sono andati
Prima che voi poteste interessarvi a voi stessi, a vicenda.
Noi faremo ritorno al vostro mondo
sforzandoci di abbattere
le barriere che voi avete eretto
sotto il dominio dell’ottusità
e dell’ignoranza nel corso dei secoli
e noi busseremo alle vostre porte,
sperando e pregando
che voi apriate giusto un po’,
così che noi possiamo entrare
e salvarvi da voi stessi.”

“Ritengo che voi foste disconnessi”

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags:, - 91 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .