Do or die – Testament

Do or die (Fallo o muori) è la traccia numero sette dell’album d’esordio dei Testament, The Legacy, uscito il 21 aprile del 1987.

Formazione dei Testament (1987)

  • Chuck Billy – voce
  • Eric Peterson – chitarra
  • Alex Skolnick – chitarra
  • Greg Christian – basso
  • Louie Clemente – batteria

Traduzione Do or die – Testament

La traduzione del testo di Do or die (Skolnick, Peterson, Billy, Clemente) dei Testament [Atlantic]

Do or die

Living my life on borrowed time
Watching my dreams disappear
My fists slowly clench
As my mind seeks control
My body trembles in fear
Life was looking up for me
When I left home
Seems like yesterday
Now I’ll never go back there again
Here is where I’ll stay

Nobody can hear you scream or shout
Once you’re in you won’t come out
You will never see the light of day
I’m hunter you’re my prey!

Watching the clash between
The forces below
From up in the planes we’re flying
Survivors are taken
as prisoners of war
The others are slowly dying
I shiver as we strap
on our parachutes
We line up to jump out the door
We’re already here and there’s no turning back
I fall to scene of the war

Nobody can hear you scream or shout
Once you’re in you won’t come out
You will never see the light of day
I’m hunter you’re my prey!

You can see me
Flying right over you head
Try to stop me
You can’t cause your armies are dead
To cross blood red
Trenches of the dead below
Do or die
Hell’s the place you’ll go

Fallo o muori

Vivo la mia vita nel tempo che mi rimane
Guardo i miei sogni scomparire
I miei pugni si chiudono lentamente
Mentre la mia mente cerca il controllo
Il mio corpo trema dalla paura
La vita mi stava cercando
Quando me ne sono andato da casa
Sembra come se fosse ieri
Non tornerò mai più lì
Rimarrò proprio qua

Nessuno può sentirti urlare o gridare
Una volta che sei entrato non uscirai più
Non vedrai mai la luce del giorno
Io sono il cacciatore e tu la mia preda!

Guardo lo scontro
Tra le forze che mi sono sotto
Stiamo volando in alto sugli aerei
Catturiamo i sopravvissuti
come prigionieri di guerra
Gli altri stanno morendo lentamente
Mi viene un brivido mentre
indosso il paracadute
Ci allineiamo per saltare giù dalla porta
Siamo qua e non c’è modo di tornare indietro
Cado verso lo scenario di guerra

Nessuno può sentirti urlare o gridare
Una volta che sei entrato non uscirai più
Non vedrai mai la luce del giorno
Io sono il cacciatore e tu la mia preda!

Puoi vedermi
Sto volando proprio sopra la tua testa
Prova a fermarmi
Non puoi perché i tuoi eserciti sono morti
Sono rossi come il sangue
Sotto di me ci sono le trincee piene di morti
Faccela o muori
Andrai dritto all’inferno

Tags: - 256 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .