Do what they say – Korn

Do what they say (Fai quel che ti dicono) è la traccia numero sette dell’ottavo album dei Korn, Untitled, pubblicato il 31 luglio del 2007.

Formazione Korn (2007)

  • Jonathan Davis – voce, chitarra, cornamusa
  • James “Munky” Shaffer – chitarra, mandolino
  • Reginald “Fieldy” Arvizu – basso

Traduzione Do what they say – Korn

Testo tradotto di Do what they say (Davis, Shaffer, Arvizu, Zac Baird, Atticus Ross) dei Korn [EMI]

Do what they say

Walk away when you’re angry
Brace yourself, there’s nothing to gain
Old enough to know the outcome
More blood, it’s always the same

Aren’t we cool and aren’t we calm
For facing death we run head-on
Aren’t we cool and aren’t we calm
For god we’ve suffered for so long

Do what they say
Or they take it away
I’d rather be dead then carry on

(wait) Bite your lip,
don’t be cursing
(we must) We musn’t take
God’s name in vain
(in vain) Blunt your knife, pull the curtain
(impulse) Impulses you must refrain

Aren’t we cool and aren’t we calm
For facing death we run head-on
Aren’t we cool and aren’t we calm
For god we’ve suffered for so long

Do what they say
Or they take it away
I’d rather be dead then carry on

Somebody carry on with this burden
I can’t remember anything
I can’t be certain

Aren’t we cool and aren’t we calm
For facing death we run head-on

Do what they say
Or they take it away
I’d rather be dead then carry on

Fai quel che ti dicono

Vai via quando sei arrabbiato
Preparati, non c’è niente da guadagnare
Vecchio abbastanza da sapere dell’esito
Ancora sangue, è sempre lo stesso

Non siamo fighi e non siamo calmi
Di fronte alla morte che ci scorre davanti
Non siamo fighi e non siamo calmi
Per Dio, stiamo soffrendo da così tanto tempo

Fai quel che ti dicono
O lo porteranno via
Preferirei essere morto che essere trasportato

(Aspetta) Mordi il tuo labbro,
non essere maledetto
(Dobbiamo) Non dobbiamo prendere
il nome di Dio invano
(Invano) Smussa il tuo coltello, tira la tenda
(Impulso) Impulsi che devono astenersi

Non siamo fighi e non siamo calmi
Di fronte alla morte che ci scorre davanti
Non siamo fighi e non siamo calmi
Per Dio, stiamo soffrendo da così tanto tempo

Fai quel che ti dicono
O lo porteranno via
Preferirei essere morto che essere trasportato

Qualcuno trasporta con questo fardello
Non ricordo niente
Non ne sono sicuro

Non siamo fighi e non siamo calmi
Di fronte alla morte che ci scorre davanti

Fai quel che ti dicono
O lo porteranno via
Preferirei essere morto che essere trasportato

* traduzione inviata da El Dalla

Tags: - 95 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .