Drifter – In Flames

Drifter (Vagabondo) è la traccia numero tre del sesto album degli In Flames, Reroute to remain pubblicato il 2 settembre del 2002.

Formazione In Flames (2002)

  • Anders Fridén – voce
  • Björn Gelotte – chitarra
  • Jesper Strömblad – chitarra
  • Peter Iwers – basso
  • Daniel Svensson – batteria

Traduzione Drifter – In Flames

Testo tradotto di Drifter (Fridén, Gelotte, Strömblad) degli In Flames [Nuclear Blast]

Drifter

It’s hard to believe
You could be such a disease
I no longer separate
what’s real
Hope that fate will find me safe

All my reflections laugh at me
You made me hide my name
It just feels bad to say
That there will be another day

What you wanted was impossible to define
The words I hear are
of scrambled letters
Guess it’s been there for years
Never let me know I was alright

What you wanted is a mystery to me
The words I hear are
of scrambled letters
Guess it’s been there for years
Never let me know I was alright

Building a room with no doors
Is this the last of me?
Wring the rag for
the last few drops
Falling into infinity

What you wanted was impossible to define
The words I hear are
of scrambled letters
Guess, it’s been there for years
Never let me know I was alright

What you wanted is a mystery to me
The words I hear are
of scrambled letters
Guess it’s been there for years
Never let me know I was alright

What you wanted
was impossible to define
The words I hear are
of scrambled letters
Guess it’s been there for years
Never let me know I was alright

What you wanted is a mystery to me
The words I hear are
of scrambled letters
Guess it’s been there for years
Never let me know I was alright

Vagabondo

M’è arduo credere
Che tu possa essere una tale disgrazia
Io non riuscirò ancora per molto
a distinguere ciò ch’è reale
Spero che il fato mi giudichi al sicuro

Ogni mio riflesso si burla di me
M’hai costretto a celare il mio nome
Sembra semplicemente negativo dire
Che vi sarà un altro giorno

Ciò che bramavi era impossibile da definire
Le parole ch’odo sono
un’accozzaglia confusa di lettere
Suppongo sia stato lì per anni
Non lasciarmi mai ritenere ch’io fossi apposto

Ciò che bramavi è un mistero per me
Le parole ch’odo sono
un’accozzaglia confusa di lettere
Suppongo sia stato lì per anni
Non lasciarmi mai ritenere ch’io fossi apposto

Mentre erigo una stanza senza porte
Ѐ forse questa l’ultimo mio lascito?
Torci lo straccio per far
scender le ultime poche gocce
Che precipitano nell’infinito

Ciò che bramavi era impossibile da definire
Le parole ch’odo sono
un’accozzaglia confusa di lettere
Suppongo sia stato lì per anni
Non lasciarmi mai ritenere ch’io fossi apposto

Ciò che bramavi è un mistero per me
Le parole ch’odo sono
un’accozzaglia confusa di lettere
Suppongo sia stato lì per anni
Non lasciarmi mai ritenere ch’io fossi apposto

Ciò che bramavi
era impossibile da definire
Le parole ch’odo sono
un’accozzaglia confusa di lettere
Suppongo sia stato lì per anni
Non lasciarmi mai ritenere ch’io fossi apposto

Ciò che bramavi è un mistero per me
Le parole ch’odo sono
un’accozzaglia confusa di lettere
Suppongo sia stato lì per anni
Non lasciarmi mai ritenere ch’io fossi apposto

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 106 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .