Eagle – Gamma Ray

Eagle (Aquila) è la traccia numero dieci del settimo album dei Gamma Ray, No World Order, pubblicato il 9 ottobre del 2001.

Formazione Gamma Ray (2001)

  • Kai Hansen – voce, chitarra
  • Henjo Richter – chitarra, tastiere
  • Dirk Schlächter – basso
  • Dan Zimmermann – batteria

Traduzione Eagle – Gamma Ray

Testo tradotto di Eagle (Hansen) dei Gamma Ray [Sanctuary]

Eagle

I was lost, had no reason
I was blind, saw no treason
I was devastated, couldn’t take no more
Man infuriated, raging thunderstorm

Where’s it gone, the golden future
Where’s it now, the dream come true
All we are, eternal sinners
Hiding in their darkened room

And I hear the cry of an eagle
Out in the heavens he will not obey
I hear the cry of an eagle
Riding on wings of tomorrow
that take me away

I was scared, for a lifetime
I’ve been had, nuclear crime
Is this never ending, grand catastrophy
Here I am ascending, from this misery

Where’s it now, your golden future
Where’s it gone, your dream come true
All I see, immortal sinners
Rising fear, I’m leaving you

And I hear the cry of an eagle
Out in the heavens he will not obey
I’m riding the sky like an eagle
Follow the sunrise on wings
that will take me away

Faster, faster to the light,
in this world too many fights
Devastation, termination,
leave the world for recreation

Out in my dreamworld
there’s a better place to be
Cause all this world is full of lies
Breaking chains that hold me down
I fly up to the sun
Another place, another life

I’m riding the sky like an eagle
Out in the heavens I will not obey
I’m riding the sky like an eagle
Follow the sunrise on wings
that will take me away
Away…

Aquila

Ero smarrito, non avevo un senso
Ero cieco, non vedevo il tradimento
Ero devastato, non potevo più sopportarlo
Un uomo infuriato, una violenta bufera

Che fine ha fatto, il futuro dorato
Dov’è adesso, il sogno realizzato
Tutti noi siamo, eterni peccatori
Che si nascondono nelle loro stanze buie

Ed odo il grido di un’aquila
Fuori nei cieli essa non obbedirà
Odo lo strillare di un’aquila
Che cavalcando sulle ali del domani
Mi porta via

Sono stato spaventato, per una vita intera
Ho commesso, un crimine nucleare
È senza fine, una colossale catastrofe
Qua ascendo, da questo mistero

Che fine ha fatto, il futuro dorato
Dov’è adesso, il sogno realizzato
Tutti io vedo, peccatori immortali
Nascente paura, ti lascerò

Ed odo il grido di un’aquila
Fuori nei cieli essa non obbedirà
Cavalco il cielo come un’aquila
Seguo l’alba sulle ali
che mi porteranno via

Sempre più veloce verso la luce,
troppe lotte in questo mondo
Devastazione, distruzione,
lascio il mondo per svago

Fuori nel mio mondo di sogno
c’è un posto migliore dove stare
Perchè tutto questo mondo è pieno di menzogna
Spezzando le catene che mi trattengono
volo verso il sole
Un altro luogo, un’altra vita

Cavalco il cielo come un’aquila
Fuori nei cieli non ubbidirò
Cavalco il cielo come un’aquila
Seguo l’alba sulle ali
che mi porteranno via
Via…

Tags: - 181 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .