Edge of the blade – Epica

Edge of the blade (Il bordo della lama) è la traccia che pare, dopo l’intro Eidola, il settimo album degli Epica, The Holographic Principle, pubblicato il 30 settembre del 2016. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Epica (2016)

  • Simone Simons – voce
  • Mark Jansen – chitarra, grunts, screams
  • Isaac Delahaye – chitarra
  • Rob van der Loo – basso
  • Ariën van Weesenbeek – batteria
  • Coen Janssen – tastiere

Eidola (Idoli) è la traccia numero tre del settimo album degli Epica, The Holographic Principle, pubblicato il 30 settembre del 2016.

Formazione Epica (2016)

  • Simone Simons – voce
  • Mark Jansen – chitarra, grunts, screams
  • Isaac Delahaye – chitarra
  • Rob van der Loo – basso
  • Ariën van Weesenbeek – batteria
  • Coen Janssen – tastiere

Traduzione Eidola – Epica

Testo tradotto di Eidola (Jansen) degli Epica [Nuclear Blast]

Eidola

Idolam kwam creamus alimus, oramus
Ferimur simulacris fictis antiquis et futuris

Omnia solent fieri
Hoc tempore atque nunc et semper

Fictie fallimur, non vivimus sine mora
Elimina illecebras fugantes nos
Vaca a timore et tempore

Animam libera nunc
Ut liberes te a tempore et abs timore
Tu solus eo modo facturus
et veritatem semper tuam

Idoli

Alimentiamo e preghiamo gli idoli che creiamo.
Sosteniamo gli idoli falsi, passati e futuri.

Tutto è possibile,
In questo momento, ora e sempre

Siamo ingannati e non viviamo senza indugio.
Elimina le tentazopmo che ci spaventano,
Vanno quà e là dalla paura e dal tempo.

Adesso libera la tua anima
perché ti liberi dal tempo e dalla paura.
Tu solo puoi farcela
e la verità sarà per sempre tua.

Traduzione Edge of the blade – Epica

Testo tradotto di Edge of the blade (Simons, Delahaye) degli Epica [Nuclear Blast]

Edge of the blade

Time to break through the anger
Hunt down the remnants of the everlasting myth

Incinerating hands that
touched your graceful face
In their mysterious ways
The scorching scars have left
an everlasting visual trace
Now they’re blinding and rewinding

Time to break through the anger
Hunt down the remnants of the everlasting myth

Cherish your hunger for resentment and dismay
And then come out to play
Cascading colors meticulously all washed away
Time for choosing not for losing

Defying the fire reviving within

Time to break through
Your walls are soaring high
They are disarranging
The surface on which
we build our own lie

Time to break through the anger
Hunt down the remnants of the everlasting myth

Your wish for virtual
perfection seems inane
But try and you will evolve
Your paragon possessed
your inner self to no avail
No more waiting, no debating

Defying the fire reviving within

Time to break through
Your walls are soaring high
They are disarranging
The surface on which
we build our own lie

Don’t throw your life away
Remain the same

Watch your back, now feel the heat
You’ve fooled the world one more time
And now that you’ve seen with open eyes
All of us are incomplete

It’s time to break through
Your walls are soaring high
You can even try to
Break through the perfect state of mind
And now you break through
You’ll reach beyond the sky
You should never ever build
on the surface made of lies

Time to break through the anger
Hunt down the remnants of the everlasting myth

Il bordo della lama

È tempo di demolire la rabbia
Stana i resti del mito intramontabile

Incenerendo le mani che hanno
toccato il tuo viso grazioso
nei loro modi misteriosi
Le cicatrici cocenti hanno lasciata
una traccia visiva durevole
Ora sono abbaglianti e riavvolgenti

È tempo di demolire la rabbia
Stana i resti del mito intramontabile

Conserva la tua fame di risentimento e sgomento
e poi esci a giocare
Colori a cascata meticolosamente spazzati via
È il momento di scegliere non di perdere

Sfida il fuoco che rivive all’interno

È tempo di aprirsi un varco
Le tue mura sono altissime
Sono in disordine
La superficie sulla quale
costruiamo le nostre bugie

È tempo di demolire la rabbia
Stana i resti del mito intramontabile

Il tuo desiderio per la perfezione
virtuale sembra folle
Ma provaci e ti evolverai
Il tuo paragone ha posseduto
il tuo io interiore senza alcun risultato
Niente più attese, nessun dibattito

Sfida il fuoco che rivive all’interno

È tempo di aprirsi un varco
Le tue mura sono altissime
Sono in disordine
La superficie sulla quale
costruiamo le nostre bugie

Non buttare via la tua vita
Rimani lo stesso

Guardati le spalle, ora senti il calore
Hai ingannato il mondo ancora una volta
E adesso che hai visto con gli occhi aperti
Tutti noi siamo incompleti

È tempo di aprirsi un varco
Le tue mura sono altissime
Puoi anche cercare di
demolire il perfetto stato d’animo
E adesso che irrompi
Arriverai al di là del cielo
Non avresti mai dovuto costruire
su una superficie fatta di bugie

È tempo di demolire la rabbia
Stana i resti del mito intramontabile

Tags: - 229 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .