Electric eye – Judas Priest

Electric eye (Occhio elettrico) è la traccia che apre, dopo la strumentale The Hellion, l’ottavo album dei Judas Priest, Screaming for Vengeance, pubblicato il 17 luglio del 1982.

Formazione Judas Priest (1982)

  • Rob Halford – voce
  • Glenn Tipton – chitarra
  • K.K. Downing – chitarra
  • Ian Hill – basso
  • Dave Holland – batteria

Traduzione Electric eye – Judas Priest

Testo tradotto di Electric eye (Tipton, Halford, Downing) dei Judas Priest [Columbia]

Electric eye

Up here in space
I’m looking down on you.
My lasers trace
Everything you do.
You think you’ve private lives
Think nothing of the kind.
There is no true escape
I’m watching all the time.

I’m made of metal
My circuits gleam.
I am perpetual
I keep the country clean.

I’m elected electric spy
I protected electric eye.

Always in focus
You can’t feel my stare.
I zoom into you
You don’t know I’m there.
I take a pride in probing
all your secret moves
My tearless retina takes
pictures that can prove.

I’m made of metal
My circuits gleam.
I am perpetual
I keep the country clean.

I’m elected electric spy
I protected electric eye.

Electric eye, in the sky
Feel my stare, always there
Theres nothing you can do about it
Develop and expose
I feed upon your every thought
And so my power grows

I’m made of metal
My circuits gleam.
I am perpetual
I keep the country clean.

I’m elected electric spy
I protected electric eye.

Protected. detective. electric eye

Occhio elettrico

Qua in alto, dallo spazio
Ti sto guardando
I miei laser controllano
Ogni cosa che fai.
Pensi che la tua vita sia privata
Non credi che possa esistere niente di simile
Ma non c’è una vera via di fuga
Io ti controllo costantemente

Sono fatto di metallo
I miei circuiti risplendono
Sono perpetuo
Tengo pulito il paese

Sono nominato spia elettrica
Sono protetto dall’occhio elettrico

Sempre concentrato
Non puoi accorgerti del mio sguardo
Entro in te
Non sai che sono là
Sono orgoglioso di controllare
tutti i tuoi movimenti segreti
La retina senza lacrime può scattare
foto dei tuoi misfatti

Sono fatto di metallo
I miei circuiti risplendono
Sono perpetuo
Tengo pulito il paese

Sono nominato spia elettrica
Sono protetto dall’occhio elettrico

Sono l’occhio elettrico, nel cielo
Senti il mio sguardo, sono sempre là
Non ci puoi fare niente
Elaboro ed espongo
Mi nutro di ogni tuo pensiero
E così accresco il mio potere

Sono fatto di metallo
I miei circuiti risplendono
Sono perpetuo
Tengo pulito il paese

Sono nominato spia elettrica
Sono protetto dall’occhio elettrico

Protetto, detective, occhio elettrico

Tags: - 2.505 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .