Flag in the ground – Sonata Arctica

Flag in the ground (La bandiera nel terreno) è la traccia numero quattro ed il secondo singolo del sesto album dei Sonata Arctica, The Days of Grays pubblicato il 16 settembre del 2009.  [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Sonata Arctica (2009)

  • Tony Kakko – voce
  • Elias Viljanen – chitarra
  • Marko Paasikoski – basso
  • Tommy Portimo – batteria
  • Henrik Klingenberg – tastiere

Traduzione Flag in the ground – Sonata Arctica

Testo tradotto di Flag in the ground (Kakko) dei Sonata Arctica [Nuclear Blast]

[Nel tempo in cui le terre erano poche e a volte gli uomini non avevano altra possibilità se non vendere la propria anima ai proprietari terrieri per vivere… In una città lontana, davano acri di terra gratuitamente, a tutti i coraggiosi che le reclamavano… Navi salpavano tra i grandi oceani, la fortuna era fatta e i sogni distrutti… A volte le coppie venivano separate, per tutto ciò che avrebbero dovuto affrontare… era un bigllietto.”]

Flag in the ground

Leaving my life behind
My young love and the unborn
Only have a lock of her hair…
and burning love inside

After forty work-filled days
and sleepless nights,
the sails are lit by the lights of Boston
…and here we go…

Off the ship!
Towards the adventure,
the one to define our lives.
Daily grind and a tiny room.

“I got here safe, Love.
I have an address, until spring,
then I shall race for the land,
hope to hear from you soon…”

Her letter reads…

“Please let me know everything’s alright
Thinking about you,
‘though you’re out of sight every night,
when I’m turning in, my tears find me.
Please hurry, dear,
come back and rescue me…”

“Now that I have made the dollars
we need for the dream.
The best horse I’ve ever seen,
a carriage and everything I need…
I will make my way to the great unknown
Every moment I wish
you were here with me now…

“Please let me know everything’s alright
Thinking about you,
‘though you’re out of sight every night,
when I’m turning in, my tears find me.
Please hurry, dear,
come back and rescue me…”

“No, I’m not a stranger,
among the people in here…
Yet I have never felt so alone…
At high noon the sound will boom,
and I will start racing for the
land we can call home.”

“I stuck my…
flag in the ground, screaming ‘n shouting,
I’ve never felt so proud, Love!
We are free from eternal serfdom!
I’m gonna bring you home, my light!”

“nine, eight, seven, six,
counting the days. solo!”
“five, four, three, two,
together forever! solo!”

I made my way into the great unknown
Land by the river,
and a new built home.
I am the land and the land is me
Freedom is everything and we are free

I made my way into the great unknown
Land by the river,
and a new built home.
Every night, when I’m looking
at the full moon rising
I hold you and know that we are free…

Flag in the ground

Lasciando alle spalle la mia vita
Il mio giovane amore e il nascituro
Avevo solo una ciocca dei suoi capelli…
E bruciavo d’amore dentro

Dopo quaranta giorni pieni di lavoro
e notti insonni
Le vele sono illuminate dalle luci di Boston
… Ed eccoci…

Giù dalla nave!
Verso l’avventura,
l’unica per definire le nostre vite
Faticaccia quotidiana e una piccola stanza

“Sono arrivato sano e salvo, Amore.
Ho un indirizzo, fino alla primavera,
poi dovrei girare per il paese,
Spero di sentirti presto … “

Le sue lettere lette…

“Per favore, dimmi che va tutto bene
Ti penso, pensando
che sei fuori dalla mia vista ogni notte,
quando mi corico, le mie lacrime mi trovano
Per favore sbrigati, caro,
torna indietro e salvami…

Ora che ho fatto i soldi
che ci occorrono per il sogno
Il miglior cavallo che io abbia mai visto,
un carro e tutto ciò che mi serve…
Andrò per la mia strada verso l’ignoto
In ogni momento spero
che tu sia qui con me…

“Per favore, dimmi che va tutto bene
Ti penso, pensando
che sei fuori dalla mia vista ogni notte,
quando mi corico, le mie lacrime mi trovano
Per favore sbrigati, caro,
torna indietro e salvami…

No, non sono uno sconosciuto,
tra la gente di qui…
Tuttavia non mi sono mai sentito così solo…
A mezzogiorno il rumore rimbomberà
e comincerò a viaggiare per
il paese che possiamo chiamare casa”

Pianto la mia…
bandiera sul terreno, urlando e gridando
Non mi sono mai sentito così orgoglioso, amore!
Adesso siamo salvi dalla servitù eterna
Ti sto per portare a casa, mia luce!

Nove, otto, sette, sei,
contando i giorni. Solo!
Cinque, quattro, tre, due,
insieme per sempre! Solo!

Ho fatto la mia strada verso l’ignoto
Una terra vicino al fiume
e una nuova casa costruita
Io sono la terra e la terra è me
La libertà è tutto e noi siamo liberi

Ho fatto la mia strada verso l’ignoto
Una terra vicino al fiume
e una nuova casa costruita
Ogni notte, quando guardo
la nuova luna piena
Ti stringo e so che siamo liberi…

Tags:, - 982 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .