Genocide – Judas Priest

Genocide (Genocidio) è la traccia numero sette del secondo album dei Judas Priest, Sad wings of destiny pubblicato nel marzo del 1976.

Formazione dei Judas Priest (1976)

  • Rob Halford – voce
  • Glenn Tipton – chitarra
  • K.K. Downing – chitarra
  • Ian Hill – basso
  • Alan Moore – batteria

Traduzione Genocide – Judas Priest

Testo tradotto di Genocide (Downing, Halford, Tipton) dei Judas Priest [Gull]

Genocide

Mercenary batalions
Are poised to strike us down
Terminations conquest
Upon us now full grown

Save me, my heart’s open wide
Help me, no question of pride
Save me, my people have died
Total genocide

Devastation hungers
She waits to leap to earth
Imminent liquidation
Before the grand rebirth

Save me, my heart’s open wide
Help me, no question of pride
Save me, my people have died
Total genocide

Sin after sin I have endured
Yet the wounds I bear are the wounds of love

Frantic mindless zombies
Grab at fleeting time
Lost in cold perplexion
Waiting for the sign

Generations tremble
Clinging face to face
Helpless situation
To end the perfect race

Flashing senseless sabers
Cut us to the ground
Eager for the life blood
Of all who can be found

Save me, my heart’s open wide
Help me, no question of pride
Save me, my people have died
Total genocide

Slice to the left,
slice to the right
None to retaliate,
none will fight
Chopping at the hearts,
snuffing out the lives
This race departs,
no one will survive
Heads to the feet,
feet to the air
Souls in the soil,
heavy in despair
End of all ends,
body into dust
To greet death friends,
extinction is a must

Genocidio

Battaglioni di mercenari
Sono pronti ad abbatterci
Le conquiste terminano
Ormai siamo stati completamente assoggettati

Salvatemi, vi apro il mio cuore
Aiutatemi, non è una questione di orgoglio
Salvatemi, la mia gente è morta
In un totale genocidio

La devastazione porta la fame
Ed essa aspetta di mostrarsi sulla terra
La liquidazione è imminente
Poi avverrà la grande rinascita

Salvatemi, vi apro il mio cuore
Aiutatemi, non è una questione di orgoglio
Salvatemi, la mia gente è morta
In un totale genocidio

Peccato dopo peccato ho tenuto duro
Ma le ferite che porto sono le ferite dell’amore

Frenetici zombie senza testa
Cercano di afferrare il tempo che fugge
Si sono persi in una fredda riflessione
Stanno aspettando il segno

Le generazioni tremano
Ci si affronta faccia a faccia
E’ una situazione disperata
Che porrà fine alla razza perfetta

Spade luccicanti
Ci trafiggono e ci fanno cadere
“Vogliamo spargere il sangue vitale
Di tutti coloro che possono essere trovati”

Salvatemi, vi apro il mio cuore
Aiutatemi, non è una questione di orgoglio
Salvatemi, la mia gente è morta
In un totale genocidio

Taglia a sinistra,
taglia a destra
Nessuno si ritirerà,
nessuno combatterà
Fai a pezzi i cuori,
risucchia le vite
Questa razza morirà
nessuno sopravvivrà
Teste a terra,
piedi in aria
Anime nel suolo,
in una profonda disperazione
È la fine di tutte le fini,
i corpi sono ormai polvere
L’estinzione è il miglior modo
per salutare la morte

Tags:, - 438 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .