Gergovia – DoomSword

Gergovia è la traccia numero due del quarto album dei DoomSword, My name will live on pubblicato il 22 giugno del 2007. Il brano parla della battaglia di Gergovia che si svolse nell’anno 52 a.C. tra l’esercito romano guidato da Gaio Giulio Cesare e l’esercito gallico di Vercingetorige, che inflisse una sconfitta ai Romani.

Formazione Doomsword (2007)

  • Deathmaster – voce
  • The Forger – chitarra
  • Alessio Berlaffa – chitarra
  • Geilt – basso
  • WrathLord – batteria

Traduzione Gergovia – DoomSword

Testo tradotto di Gergovia dei DoomSword [Dragonheart]

Gergovia

7 times a hundred roman souls
46 centurions slain on Gergovia’s hill
700 skulls to celebrate the gods
As they bless the name of Vercingetorix

The eagle spreading his wings
Has darkened our sun
Our forage destroyed,
Our crop is watered in blood
Legions invincible march of Gaul
One by one tribes
are paying the toll
I heard of a hero
who would stop all of this
And reign over Gaul as a king
I heard of a man
who will triumph over Rome
Vercingetorix

Caesar entrenched camp
outside their fort
And captured a high hill
from where he laid siege
Centurions advanced
To ensure the Gauls have surrended
Legions invincible launch the attack
One by one tribes pay the toll
Oblivious of what’s
hidden within the walls
Gergovia the glorious had a new king
Hailing their leader
the Gauls shouted loud: Vercingetorix

Caesar roared as the legions charged
Ordering to retreat – recedite!!
Blinded by blood thirst his army
attacked and ignored his command
Crying for victory marching to death
Hailing “Caesar, Caesar!”
to their last breath

Gergovia

7 volte un centinaio di anime romane
46 centurioni trucidati sulle colline di Gergovia
700 teschi per celebrare gli dei
Mentre benedicono il nome di Vercingetorige

L’aquila spiegando le sue ali
ha oscurato il sole
il nostro foraggio distrutto
il nostro raccolto bagnato nel sangue
Legioni invincibili marciano verso la Gallia
Una dopo l’altra le tribù
devono pagare il tributo
Ho sentito di un eroe
che vuole fermare tutto questo
e regnare sulla Gallia come un re
Ho sentino di un uomo
che trionferà su Roma
Vercingetorige

Il campo fortificato di Cesare
fuori dal loro forte
e cattura un’alta collina
dove preparare l’assedio
I centurioni avanzano
per garantire la resa dei Galli
Le invincibili legioni lanciano l’attacco
Una dopo l’altra le tribù pagano il tributo
Ignare di quello che
è nascosto dentro le mura
Gergovia la gloriosa aveva un nuovo re
Acclamano il loro leader,
i Galli gridano ad alta voce Vercingetorige

L’urlo di Cesare mentre le legioni attaccano
L’ordine di ritirarsi, indietreggiate!!
Accecato dalla sete di sangue il suo esercito
attacca e ignora il suo comanda
Urlano per la vittoria, marciano verso la morte
Acclamano “Cesare, Cesare”
col loro ultimo respiro

Tags:, , - 118 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .