Gravenimage – Sonata Arctica

Gravenimage (Immagine scolpita) è la traccia numero due del terzo album dei Sonata Arctica, Winterheart’s Guild, pubblicato il 21 febbraio del 2003.

Formazione Sonata Arctica (2003)

  • Tony Kakko – voce
  • Jani Liimatainen – chitarra
  • Marko Paasikoski – basso
  • Tommy Portimo – batteria
  • Mikko Härkin – tastiere

Traduzione Gravenimage – Sonata Arctica

Testo tradotto di Gravenimage (Kakko) dei Sonata Arctica [Spinefarm]

Gravenimage

We met that night,
when the sea ran high.
And I craved for more
of that near-love experience.
Those who the music hath then
joined together, are now put asunder…

Remember me, when I lit the fire.
To keep us warm.
On a cold winter morning.
Now I pass through the moment.
Can I still recognize a beautiful melody…

I play a note,
but hear no sound.
Have I lost my love
or the wings I found.
When I was young…
…and eager to please
anyone who had time…

Needed to sing,
the very notes I heard.
Had to stay in the shadows
and seek for the loneliness.
Nevertheless, the price was higher
than I had realized.
I was to live alone,
ready to make the sacrifice.
Was I in love with you…

My old heart,
little harder again.
Once the light goes out,
everything ends.
It is time…
ready to cause a scene,
ready to make the sacrifice.
Ready to play the note,
ready to end the final show.
The only thing I know.

The pain is here.
To stay I fear.
In my eyes.
I can change one note
and make you cry.
In this state of mind.
Silence is a crime.

How can life be so feigned and cold.
I’ve answered the call
of every melody, lovingly.
Did I find the answers to all my questions.

Or a gravenimage of me…

If I found the hidden fountain.
Drank the wisdom from its deep.
Would I have the time to save me.
Would I have them both to keep.

Immagine scolpita

Ci incontrammo quella notte,
quando il mare si ingrossava
E ho desiderato ardentemente qualcosa di più
di questa esperienza quasi amorosa
Quelli che la musica allora ebbe
unito insieme, sono ora spinti lontano

Ricordami, quando ho acceso il fuoco
Per tenerci al caldo
In una mattina fredda d’inverno.
Ora ricordo quel momento
Posso ancora riconoscere una bella melodia

Suono una nota,
ma non sento nessun suono.
Ho perso il mio amore
o le ali che avevo trovato
Quando ero giovane…
e desideroso di compiacere
chiunque avesse tempo…

Avevo bisogno di cantare,
le vere note che sentivo
Dovevo stare nell’ombra
e cercare la solitudine
Tuttavia, il prezzo fu più alto
di quanto credevo
Stavo per vivere da solo,
pronto a fare il sacrificio
Ero innamorato di te…

Il mio vecchio cuore,
ancora un poco forte.
Una volta che la luce se ne va,
tutto finisce.
È tempo…
pronto per provocare la scena,
pronto per fare il sacrificio
Pronto per suonare la nota.
Pronto per finire l’ultimo spettacolo
L’unica cosa che so.

Il dolore è qui.
Ho paura a restare.
Nei miei occhi.
Possa cambiare una nota
e farti piangere
In questa condizione mentale,
il silenzio è un delitto.

Come può la vita essere così finta e fredda.
Ho risposto al richiamo
di ogni melodia, con amore.
Ho trovato le risposte a tutte le mie domande.

O l’immagine scolpita di me…

Se avessi trovato la sorgente nascosta
Ho bevuto la saggezza dalle sue profondità
Vorrei avere il tempo di salvarmi.
Vorrei averli entrambi per tenerli.

Tags: - 912 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .