Heathen throne – Ensiferum

Heathen throne (Trono pagano) è la traccia numero quattro del quarto album degli Ensiferum, From Afar, pubblicato il 9 settembre del 2009.

Formazione Ensiferum (2009)

  • Petri Lindroos — voce, chitarra
  • Markus Toivonen — chitarra, voce
  • Sami Hinkka — basso, voce
  • Janne Parviainen — batteria
  • Emmi Silvennoinen — tastiere

Traduzione Heathen throne – Ensiferum

Testo tradotto di Heathen throne (Hinkka, Toivonen) degli Ensiferum [Spinefarm]

Heathen throne

This hate inside me,
It is constantly growing.
Years of hollow lies,
Made pagan hatred rise.

They came with their troops,
Destroying land and roots.
Abominations under the sun,
They and their poisoned truth.

One by one my people fell,
Under their deceptive spell.
How many sons of the
Northe, had to fall?
Before our eyes could see;
This isn’t how it should be!

“Under the Northern star
We shed our blood.
With the call of a battle horn.
We raise our swords.

Behind the fields of blood,
There’s a haven for us.
Deep in the woods of the North,
Rises the Heathen Throne” – Kalevala

Upholder of the skies,
For too long has your name been despised,
Give us your strength and courage.
When we meet our nemesis.
On the shores that used to be,
The place we called home.

Our land and faith are raped,
Somehow they’re going to pay.

Grant us your revenge,
We are not afraid of death.
Let none of them ever more, EVER MORE,
Lay a hopeful gaze upon the sky!

Trono pagano

Quest’odio che ho dentro,
Sta crescendo costantemente
Anni di insensate menzogne,
Fecero insorgere l’odio pagano

Sono arrivati con le loro truppe
Distruggendo la terra e le radici
Orrori sotto il sole,
Loro, e la loro verità avvelenata

Uno ad uno la mia gente cadde
Sotto il loro falso incanto
Quanti altri figli del Nord
Devono morire?
Prima che i nostri occhi possano vedere;
Non è come dovrebbe essere!

Sotto la stella Polare
Versiamo il nostro sangue
Con il richiamo del corno di battaglia
Leviamo le nostre spade

Dietro i campi di sangue,
C’è un rifugio per noi
Alto nei boschi nordici,
Si innalza il Trono Pagano

Tu che reggi i cieli;
Per troppo il tuo nome è stato disprezzato,
Concedici la tua forza e il tuo coraggio
Quando incontreremo la nostra nemesi
Su spiagge che erano solite essere
Il luogo che chiamammo casa

La nostra terra e fede sono state violentate,
In qualche modo pagheranno

Donaci la tua vendetta,
Non abbiamo paura della morte
Fà che nessuno di essi mai più, MAI PIÙ,
Rivolgi al cielo uno sguardo pieno di speranza!

Tags: - 65 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .