Heavenly damnation – Haggard

Heavenly damnation (Dannazione divina) è la traccia numero tre del secondo album degli Haggard, Awaking the centuries, pubblicato il 7 febbraio del 2000. Il brano è preceduto dalla breve Pestilencia.

Formazione Haggard (2000)

  • Asis Nasseri – voce, chitarra, percussioni
  • Luz Marsen – batteria, percussioni
  • Andi Nad – basso
  • Danny Klupp – chitarra
  • Karin Bodenmüller – soprano
  • Fiffi Fuhrmann – tenore
  • Hans Wolf – pianoforte, tastiere, organo
  • Kathrin Pechlof – arpa
  • Christoph Zastrow – flauto
  • Florian Bartl – oboe
  • Robert Müller – clarinetto
  • Michael Stapf – violino
  • Steffi Hertz – viola
  • Kathrin Hertz – violoncello
  • Florian Schnellinger – percussioni

Traduzione Pestilencia – Haggard

Testo tradotto di Pestilencia degli Haggard [Drakkar Entertainment]

Pestilencia

Aides moi…
Oh, il est tombe! Mais, qu’est-ce qu’il a?
Saint Vierge! Au secours!
Venez! Venez! Venez!
C’est la peste! C’est la peste!
Sauve qui peut! Sauve qui peut!

Dominus vobiscum
Et cum spiritu tuo.
Quid est, quod vis?

Ite! Claudite fenestras et portas! Nunc manus
Dei punientis pestilentiam etiam
Agentem apportavit!

Domine, serva animos nostros…

Pestilenzia

Aiutatemi
Oh, è caduto! Ma che cos’ha?
Santa Vergine! Aiuto!
Venite! Venite! Venite!
E’ la peste! E’ la peste!
Si salvi chi può! Si salvi chi può!

Che il Signore sia con voi
E con il tuo spirito
Che c’è? Cosa vuoi?

Andate! Chiudete le finestre e le porte!
Ora la mano di Dio arrabbiato ha portato
la pestilenzia anche ad Agen!

Signore, salva le nostre anime…

Traduzione Heavenly damnation – Haggard

Testo tradotto di Heavenly damnation degli Haggard [Drakkar Entertainment]

Heavenly damnation

Suffering dementia
Unchains the secret’s bearer
Unholy visions "God forgive me!"
Are coming nearer – coming nearer, Amen!

Lux perpetua, domine

Dementia slowly unlightens the mind
And satan steals the morninglight

Domine

Viju svet V notschi tumanoi
Ne prognat mne prisrak strany
Svet Negasnusei svetschi
Gorit, Gorit V notschi
Svet Negasnusei svetschi
Gorit, Gorit V notschi

So God has found him weeping
And wrath flickered
deep within His eyes
So thy shalt suffer
As long ago the one’s been crucified
The keeper of the Lord’s mark
Is rising up with this ability
Heavenly damnation
So thou shalt trust the seer…

Svet Negasnusei svetschi
Gorit, Gorit V notschi

Dannazione divina

Soffrire di demenza
Libera il latore del segreto
Visioni sacrileghe "Dio perdonami!"
Si stanno avvicinando – avvicinando, Amen!

Luce perpetua, Signore

La demenza spegne lentamente la mente
E Satana ruba la luce del mattino

Signore

Vedo la luce nella nebbia della notte
Non posso bandire lo strano fantasma
La luce della candela eterna
Sta bruciando, bruciando nella notte
La luce della candela eterna
Sta bruciando, bruciando nella notte

Così Dio lo ha trovato piangente
E la collera ha guizzato
nel profondo dei Suoi occhi
Così dovrai soffrire
Come molto tempo fa l’uno è stato crocifisso
Il custode del segno del Signore
Sta sorgendo con questa abilità
Dannazione divina
Così ti fiderai del profeta…

La luce della candela eterna
Sta bruciando, bruciando nella notte

* traduzione inviata da Yarikh

Tags: - 13 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .