Hopeless days – Amorphis

Hopeless days (Giorni senza speranza) è la traccia numero cinque dell’undicesimo album degli Amorphis, Circle, pubblicato il 19 aprile del 2013. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Amorphis (2013)

  • Tomi Joutsen – voce
  • Esa Holopainen – chitarra
  • Tomi Koivusaari – chitarra
  • Niclas Etelävuori – basso
  • Jan Rechberger – batteria
  • Santeri Kallio – tastiere

Traduzione Hopeless days – Amorphis

Testo tradotto di Hopeless days (Holopainen, Esa) degli Amorphis [Nuclear Blast]

Hopeless days

I never wanted
I never wanted to be born
Into this cruel world
Into this cruel world I was torn

Left behind with grief
Lacerated by life
Shackled into caves of grieves

From an union
From an union of force and fear
Arose my kin
Arose my kin enslaved

In hopelessness
In hopelessness and suspicion
The seed of eternal tomorrow

I was born a captive
A captive of the night
In between
Hopeless days

I was born on sleet
On sleet covered roads
I’ve been driven by howling winds

A beggar, a drifter
A refugee from my own life
And a companion
Companion of the ghostly lights

But still they came
They found the way to get to me
They beckoned me to follow

I was born a captive
A captive of the night
In between
Hopeless days

I was born on sleet
On sleet covered roads
I’ve been driven by howling winds

I was born a captive
A captive of the night
In between
Hopeless days

Giorni senza speranza

Non ho mai voluto
Non ho mai voluto nascere
in questo mondo crudele,
in questo mondo sono stato lacerato

Abbandonato con dolore
lacerato dalla vita,
incatenato nelle caverne del dolore.

Da un’unione,
Da un’unione di costrizione e paura
Si sollevò il mio simile,
si sollevò il mio simile in catene

Senza speranza,
senza speranza e nel sospetto,
il seme del domani eterno.

Sono nato prigioniero,
Prigioniero della notte
Tra
giorni senza speranza.

Sono nato sotto il nevischio
su strade coperte di neve,
Sono stato spinto da venti ululanti

Un mendicante, un vagabondo,
un profugo dalla mia stessa vita
e un compagno,
compagno delle luci spettrali

Eppure essi giunsero,
trovarono un modo di raggiungermi,
mi fecero cenno di seguirli.

Sono nato prigioniero,
Prigioniero della notte
Tra
giorni senza speranza.

Sono nato sotto il nevischio
su strade coperte di neve,
Sono stato spinto da venti ululanti

Sono nato prigioniero,
Prigioniero della notte
Tra
giorni senza speranza.

Tags:, - 60 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .