Imperiled eyes – Annihilator

Imperiled eyes (Occhi in pericolo) è la traccia numero sei del secondo album degli Annihilator, Never, Neverland, pubblicato il 12 settembre del 1990.

Formazione Annihilator (1990)

  • Coburn Pharr – voce
  • Jeff Waters – chitarra
  • Dave Scott Davis – chitarra
  • Wayne Darley – basso
  • Ray Hartmann – batteria

Traduzione Imperiled eyes – Annihilator

Testo tradotto di Imperiled eyes (Waters) degli Annihilator [Roadrunner]

Imperiled eyes

Centuries of war and waste
Have dealt a mortal blow
Mother Earth begins to rot
Humanity on death row
Life does slowly cease to be
Death seems so surreal
As Earth becomes a vacant lot
There’s nothing left to heal

No color in the skies
No one left to blame
And we thought we were wise
As I fade, I feel revived
Shocked back into life
Opening imperiled eyes
Imperiled eyes

Cessation of physical life
Blackness rains from above
What right did power have
To annihilate the Earth I loved
Now a barren wasteland
The die is cast
A planet that once did teem with life
No evidence of a past

No color in the skies
No one left to blame
And we thought we were wise
As I fade, I feel revived
Shocked back into life
Opening imperiled eyes
Imperiled eyes

Centuries of war and waste
Have dealt a mortal blow
Mother Earth is now no more
There’s nothing left to heal

No color in the skies
No one left to blame
And we thought we were wise
As I fade, I feel revived
Shocked back into life
Opening imperiled eyes
Imperiled eyes

Occhi in pericolo

Secoli di guerre e scorie
Hanno assestato un colpo mortale
Madre Terra inizia a marcire
L’umanità nel braccio della morte
Le vite lentamente muiono
La morte sembra così surreale
mentre la Terra diventa un posto vuoto
Non c’è più niente da guarire

Nessun colore nei cieli
Nessuno da biasimare
e pensavamo di essere saggi
Mentre svanisco, mi sento rivivere
Turbato torno in vita
Aprendo gli occhi in pericolo
Gli occhi in pericolo

La cessazione della vita fisica
Pioggia nera dall’alto
Che diritto aveva il potere
di annientare la terra che amavo
Ora un arido deserto
Il dado è tratto
un pianeta che una volta pullulava di vita
Nessuna traccia del passato

Nessun colore nei cieli
Nessuno da biasimare
e pensavamo di essere saggi
Mentre svanisco, mi sento rivivere
Turbato torno in vita
Aprendo gli occhi in pericolo
Gli occhi in pericolo

Secoli di guerra e rifiuti
Hanno inferto un colpo mortale
Madre Terra adesso non c’è più
Non c’è più niente da guarire

Nessun colore nei cieli
Nessuno da biasimare
e pensavamo di essere saggi
Mentre svanisco, mi sento rivivere
Turbato torno in vita
Aprendo gli occhi in pericolo
Gli occhi in pericolo

Tags: - 99 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .