In my darkest hour – Megadeth

In my darkest hour (Nella mia ora più buia) è la traccia numero sei ed il terzo singolo del quarto album in studio dei Megadeth, So Far, So Good… So What!, pubblicato il 19 gennaio del 1988.

Formazione Megadeth (1988)

  • Dave Mustaine – voce, chitarra
  • Jeff Young – chitarra
  • David Ellefson – basso
  • Chuck Behler – batteria

Traduzione In my darkest hour – Megadeth

Testo tradotto di In my darkest hour (Mustaine, Ellefson) dei Megadeth [Capitol]

In my darkest hour

In my hour of need
Ha you’re not there
And though I reached out for you
Wouldn’t lend a hand

Through the darkest hour
Grace did not shine on me
It feels so cold, very cold
No one cares for me

Did you ever think I get lonely
Did you ever think that I needed love
Did you ever think to stop thinking
You’re the only one that I’m thinking of

You’ll never know
how hard I tried
To find my space
and satisfy you too

Things will be better
when I’m dead and gone
Don’t try to understand, knowing you
I’m probably wrong

But oh how I lived my life for you
Still you’d turn away
Now as I die for you
My flesh still crawls
as I breathe your name
All these years I thought
I was wrong
Now I know it was you
Raise your head raise your face your eyes
Tell me who you think you are, who?

I walk, I walk alone
Into the promised land

There’s a better place for me
But it’s far, far away
Everlasting life for me
In a perfect world
But I gotta die first
Please God send me on my way

Time has a way of taking time
Loneliness is not only felt by fools
Alone I call to ease the pain
Yearning to be held by you, alone,
so alone, I’m lost
Consumed by the pain
The pain, the pain, the pain

Won’t you hold me again
You just laughed, ha, ha, bitch
My whole life is work built on the past
But the time has come
when all things shall pass
This good thing passed away

In my darkest hour

Nella mia ora più buia

Quando ho bisogno
Ha, non sei qua
E nonostante io ti avessi allungato la mano
Tu non mi hai dato la tua

Attraverso l’ora più buia
La bellezza non brilla su di me
Sento così freddo, davvero freddo
Nessuno se ne frega di me

Hai mai pensato che sarei stato solo?
Hai mai pensato che mi sarebbe servito l’amore?
Hai mai pensato a smettere di pensare?
Tu sei l’unica a cui sto pensando

Non saprai mai
quanto duramente ho provato
A mantenere i miei spazi
e a soddisfarti nel contempo

Le cose andranno meglio
quando sarò morto e sepolto
Non provare a capire, conoscendoti
probabilmente mi sbaglio

Oh, come ho vissuto la mia vita per te
E tu continui a girare la testa
Adesso, mentre muoio per te
La mia carne continua a rabbrividire
mentre sussurro il tuo nome
Tutti questi anni ho pensato
che stessi sbagliando
Adesso so che eri tu
Alza la testa, alza la faccia, alza gli occhi
Dimmi, chi ti credi ti essere? Chi?

Io cammino, cammino da solo
nella Terra Promessa

C’è un posto migliore per me
Ma è molto, molto lontano
Una vita eterna mi aspetta
In un mondo perfetto
Ma prima devo morire
Ti prego, Dio, mandami sulla mia via

Il tempo ha un modo di prendere tempo
Il senso di solitudine non è solo degli stupidi
Da solo, chiamo per cercare di alleviare il dolore
Desiderando di essere preso da te, solo,
così solo, sono perso
Consumato dal dolore
Il dolore, il dolore, il dolore

Non mi prenderesti ancora?
Hai solo riso, ha ha, puttana
La mia vita è stata costruita sul passato
Ma è arrivato il momento
nel quale tutte le cose passeranno
Questa bella cosa andata via

Nella mia ora più buia

Tags: - 6.733 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .