Through the infinitive halls of death – Candlemass

Through the infinitive halls of death (Attraverso le infinite sale dell’inferno) è la traccia numero nove del quarto album dei Candlemass, Tales of creation, pubblicato il 25 settembre del 1989.

Formazione Candlemass (1989)

  • Messiah Marcolin – voce
  • Lars Johansson – chitarra
  • Mats Björkman – chitarra
  • Leif Edling – basso
  • Jan Lindh – batteria

Traduzione Through the infinitive halls of death – Candlemass

Testo tradotto di Through the infinitive halls of death (Edling) dei Candlemass [Music for Nations]

Through the infinitive halls of death

I know that my old life is ending
very soon I’ll lose my breath
But raise up high or slow descending
(is the question after death)
Death is a forecourt to hell,
where the lost of humanity dwell

In the realm of the other side
I saw some spirits a force of might
Black and white and side by side
they will take me beyond the light

Death is a forecourt to hell,
where the lost of humanity dwell

Through the shadows of my soul
walking in an endless cave
searching for a deep black hole
to find my destiny or grave
Death is a forecourt to hell,
where the lost of humanity dwell

Doomed to hell
Misery and death, pain and sorrow
The air was poisoned
by the smell of burning flesh
I saw the beast
A great shadow surrounded
by black demons
Satan he laughed as he saw me burn

Attraverso le infinite sale dell’inferno

So che la mia vecchia vita sta finendo
molto presto perderò il mio respiro
ma andar su o scendere lentamente
(è la domanda dopo la morte)
la morte è un cortile per l’inferno
dove i persi dell’umanità risiedono

Nel reame dell’aldilà
vidi degli spiriti una forza di energia
Neri e bianchi e fianco a fianco
mi porteranno oltre la luce

La morte è un cortile per l’inferno
dove i persi dell’umanità risiedono

Attraverso le ombre della mia anima
camminando in una grotta senza fine
cercando un profondo buco nero
per cecare il mio destino o la tomba
la morte è un cortile per l’inferno
dove i persi dell’umanità risiedono

Condannato all’inferno
tristezza e morte, dolore e sofferenza
l’aria era avvelenata
dall’odore di carne che bruciava
Vidi la bestia
Una grande ombra circondata
da demoni neri
Satana rideva mentre mi vedeva bruciare

Tags: - 62 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .