Judgemental trap – Infected Rain

Judgemental trap (Trappola intollerante) è la traccia numero otto del primo album degli Infected Rain, Asylum, pubblicato il 25 novembre del 2011. [♫ video ufficiale ♫]

Formazione Infected Rain (2011)

  • Lena – voce
  • Seriy – chitarra
  • Vidick – chitarra
  • Vova – basso
  • Eugene – batteria

Traduzione Judgemental trap – Infected Rain

Testo tradotto di Judgemental trap degli Infected Rain [autoprodotto]

Judgemental trap

Life is too short,
come inside and get involved!

Here we are manipulated,
Dead enough to hesitate
Have no voice to protest,
Have no time to regret.

Open your eyes, drop the gun,
Stop with the lies, look what you’ve done!

Don’t be confused, this is not the time
Stop to abuse overpass enemy line
Here we are manipulated
Dead enough to hesitate.

Lean your head upon my shoulders,
Tell me the story of solders who
Suffered, cried and died for what?
That fought, tortured and killed for what?

You think you have your eyes wide open
In this world where dreams are broken

No one sells the tickets to come back

No one will remember you till you’re masked
My voice is scratching, lashing inside me
My hate is burning, exploding inside me!

This is a web!
A judgemental trap!

Lean your head don’t be afraid
Tell me the truth now you’re safe
Lean your head upon my shoulders
And tell me the story about the solders who
Suffered, cried and died for what?
That fought, tortured and killed for what?

No one, no one, no one, no one
will help you.
no one, no one, no one, no one
will love you.

Here we are manipulated
Dead enough to hesitate
Have no voice to protest
Have no tïme to regret

Trappola intollerante

La vita è troppo breve,
vieni dentro e mettersi in gioco!

Qui siamo manipolati
Morti abbastanza da esitare
Non abbiamo voce per protestare
Non abbiamo tempo per rimpiangere

Apri gli occhi, lascia cadere la pistola
Basta con le bugie, guarda quello che hai fatto!

Non essere confuso, non è il momento
Basta abusare, supera la linea nemica
Qui siamo manipolati
Morti abbastanza da esitare

Appoggia la testa sulle mie spalle
Raccontami la storia del soldato che
ha sofferto, pianto e morto per che cosa?
Lottato, torturato e ucciso per che cosa?

Tu pensi di avere gli occhi ben aperti
In questo mondo dove i sogni sono infranti

Nessuno vende i biglietti per tornare

Nessuno si ricorderà di te finché sei mascherato
La mia voce sta grattando, sferzante dentro me
Il mio odio brucia, esplode dentro di me!

Questa è un groviglio!
Un trappola moralista!

Appoggia la testa, non avere paura
Dimmi la verità, ora sei al sicuro
Appoggia la testa sulle mie spalle
Raccontami la storia del soldato che
ha sofferto, pianto e morto per che cosa?
Lottato, torturato e ucciso per che cosa?

Nessuno, nessuno, nessuno, nessuno
ti aiuterà!
Nessuno, nessuno, nessuno, nessuno
ti amerà!

Qui siamo manipolati
Morti abbastanza da esitare
Non abbiamo voce per protestare
Non abbiamo tempo per rimpiangere

Tags:, - 57 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .