Key to my fate – Edguy

Key to my fate (La chiave del mio fato) è la traccia che apre l’album Savage Poetry degli Edguy. L’album fu autoprodotto nel 1995, poi nel 2000 venne ristampato da AFM Records.

Formazione Edguy (2000)

  • Tobias Sammet – voce, tastiere
  • Jens Ludwig – chitarra
  • Dirk Sauer – chitarra
  • Tobias ‘Eggi’ Exxel – basso
  • Felix Bohnke – batteria

Traduzione Key to my fate – Edguy

Testo tradotto di Key to my fate (Sammet) degli Edguy [AFM]

Key to my fate

Am I totally blind this time
When I’m dreamin’
the dreams that I fear?
Some call it nightmare
and some call it life
What’s the sense of existence in here?

And I think of the sadness
When I’m dreamin’ of leavin’ my pain
I don’t get all that madness
But it drives me insane

Now hear me cry, I’m in quest
Of the key to my fate
I might be naive to the key
In the valley of hate, I don’t know

Annihilation in my brain
What is the price that we will be to pay?
When will you lift our poor little souls?
When will you take us, oh Lord, away?

Oh when will we die?
Why to suffer to stay up right?
We are the victims of our time
We have to fight
till the end is in sight

Now hear me cry I’m in quest
Of the key to my fate
I might be naive to the key
In the valley of hate

Now hear me cry I’m in quest
Of the key to my fate
I might be naive to the key
In the valley of hate, I don’t know

What’s the reason to carry on?
What’s the reason to fall
After days of living hell
After we had to crawl?

Are we totally blind this time?
Can’t you tell me the nexus of freedom
And pain and desires and hate
And even the holy ones?

Now hear me cry I’m in quest
Of the key to my fate
I might be naive to the key
In the valley of hate

Key to my fate

La chiave del mio fato

Son Io cieco del tutto adesso
Quando vago per l’onirico reame
alla cerca di sogni che incutono timore?
Alcuni l’han chiamato incubo
e altri lo chiaman vita
Qual è qui il senso dell’esistenza?

E mi pongo a congeniar sulla mestizia
Quando sogno d’abbandonar la mia sofferenza
Non vengo sopraffatto da codesta follia del tutto
Ma mi fa impazzire

Ora odi le mie grida, sono alla ricerca
Della chiave del mio fato
Devo proprio esser primitivo di fronte alla chiave
Nella valle d’odio, non so

Annientamento nel mio genio
Qual è il prezzo che dovremmo sborsare?
Quando innalzerai le nostre esili, povere anime?
Quando ci porterai via con te, oh Signore?

Oh quando l’anima nostra trapasserà?
Perchè dobbiam soffrire per rimaner desti?
Noi siam le vittime del nostro tempo
Noi dobbiam lottare
finchè la fine non sia davanti ai nostri occhi

Ora odi le mie grida, sono alla ricerca
Della chiave del mio fato
Devo proprio esser primitivo di fronte alla chiave
Nella valle d’odio

Ora odi le mie grida, sono alla ricerca
Della chiave del mio fato
Devo proprio esser primitivo di fronte alla chiave
Nella valle d’odio, non lo so

Per qual ragione noi andiam avanti?
Per qual ragione cadiamo
Dopo giorni d’inferno vissuto
Dopo aver noi strisciato?

Siam noi ciechi del tutto adesso?
Puoi forse non narrami del fulcro della libertà
E delle pena e delle brame e dell’odio
Ed anche dei celesti prescelti?

Ora odi le mie grida, sono alla ricerca
Della chiave del mio fato
Devo proprio esser primitivo di fronte alla chiave
Nella valle d’odio

La chiave del mio fato!

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags: - 115 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .