Killers – Iron Maiden

Killers (Assassini) è la traccia numero sette e quella che dà il nome al secondo album degli Iron Maiden, uscito il 2 febbraio del 1981.

Formazione degli Iron Maiden (1981)

  • Paul Di’Anno – voce
  • Dave Murray – chitarra
  • Adrian Smith – chitarra
  • Steve Harris – basso
  • Clive Burr – batteria

Traduzione Killers – Iron Maiden

Testo tradotto di Killers (Di’Anno, Harris) degli Iron Maiden [EMI]

Killers

You walk through the subway,
his eyes burn a hole in your back,
A footstep behind you,
he lunges prepared for attack.
Scream for mercy,
he laughs as he’s watching you bleed,
Killer behind you,
his blood lust defies all his needs.

My innocent victims
are slaughtered with wrath and despise,
The mocking religion of hatred
that burns in the night.
I have no one, I’m bound
to destroy all this greed,
A voice inside me compelling to satisfy me.

I can see what a life’s meant to be,
And you’ll never know
how I came to forsee, see, see.

My faith in believing is stronger
than lifelines and ties,
With the glimmer of metal
my moment is ready to strike.

Death call arises,
a scream breaks the still of the night,
Another tomorrow,
remember to walk in the light!
I have found you,
and now there is no place to run,
Excitement shakes me,
oh God help me what have I done?!
Oooh yeah, I’ve done it!

You walk through the subway,
my eyes burn a hole in your back,
A footstep behind you,
he lunges prepared for attack.
Scream for mercy,
he laughs as he’s watching you bleed,
Killer behind you,
my blood lust defies all my needs.
Oooh look out, I’m coming for you!
Ahahahaha!

Assassini

Cammini nella metropolitana,
i suoi occhi ti bucano la schiena,
Un passo dietro di te,
si prepara ad attaccare,
Gridi invocando pietà
lui ride mentre ti guarda sanguinare,
Un assassino dietro di te,
la sua sete di sangue sfida ogni sua necessità

Le mie innocenti vittime
sono state massacrate con furore e disprezzo,
La finta religione dell’odio
che brucia nella notte,
Non ho nessuno, sono obbligato
a distruggere tutta questa avidità,
Una voce dentro di me mi obbliga a soddisfarmi.

Capisco a cosa serva un coltello,
E tu non saprai mai
come io sia riuscito a prevedere

La fede in cui credo è più forte
della vita e degli ostacoli,
Con il barlume del metallo
è arrivato il mio attimo per colpire.

Si alza la chiamata della morte,
un grido rompe la quiete della notte,
Un altro domani,
ricordati di camminare nella luce!
Ti ho trovato,
e ora non puoi scappare da nessuna parte,
Sento l’eccitamento dentro di me,
oh Dio aiutami, cosa ho fatto?!
Ooh si, l’ho fatto!

Cammini nella metropolitana,
i suoi occhi ti bucano la schiena,
Un passo dietro di te,
si prepara ad attaccare,
Gridi invocando pietà
lui ride mentre ti guarda sanguinare,
Un assassino dietro di te,
la sua sete di sangue sfida ogni sua necessità
Oooh attenzione, sto venendo per te
Ahahahaha!

Tags:, , , - 2.363 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .