Killing in the name – Rage Against the Machine

Killing in the name (Ammazzare nel nome) è la traccia numero due ed il primo singolo dell’album d’esordio omonimo dei Rage Against the Machine, pubblicato il 3 novembre del 1992.

Formazione Rage Against the Machine (1992)

  • Zack de la Rocha – voce
  • Tom Morello – chitarra
  • Timmy C. – basso
  • Brad Wilk – batteria

Traduzione Killing in the name – Rage Against the Machine

Testo tradotto di Killing in the name dei Rage Against the Machine [Epic]

Killing in the name

Killing in the name of!

Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
UGH!

Killing in the name of

Killing in the name of
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya

Those who died
are justified
for wearing the badge
and your chosen white.
You justify
those that died
by wearing the badge
and your chosen white.
Those who died
are justified
for wearing the badge
and your chosen white.
You justify
those who died
for wearing the badge
and your chosen white.

Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
Some of those that work forces
are the same that burn crosses.
UGH!

Killing in the name of

Killing in the name of

And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya
And now you do what they told ya,
now you’re under control
And now you do what they told ya,
now you’re under control
And now you do what they told ya,
now you’re under control
And now you do what they told ya,
now you’re under control
And now you do what they told ya,
now you’re under control
And now you do what they told ya,
now you’re under control
And now you do what they told ya,
now you’re under control
And now you do what they told ya!!!

Those who died
are justified
for wearing the badge
and your chosen white.
You justify
those that died
by wearing the badge
and your chosen white.
Those who died
are justified
for wearing the badge
and your chosen white.
You justify
those who died
for wearing the badge
and your chosen white.

Fuck you, I won’t do what you tell me.
Fuck you, I won’t do what you tell me.
Fuck you, I won’t do what you tell me.
Fuck you, I won’t do what you tell me.
Fuck you, I won’t do what you tell me.
Fuck you, I won’t do what you tell me.
Fuck you, I won’t do what you tell me.
Fuck you, I won’t do what you tell me.

Ammazzare nel nome

Ammazzare nel nome di!

Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
UGH!

Ammazzare in nome di!

Ammazzare in nome di!
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano

Quelli che creparono
sono giustificati
per portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.
Tu giustifichi
quelli che sono crepati
a causa di portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.
Quelli che creparono
sono giustificati
per portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.
Tu giustifichi
quelli che creparono
per portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.

Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
Alcuni di quelli che si lavorano la legge
sono gli stessi che bruciano i crocifissi.
UGH!

Ammazzare in nome di!

Ammazzare in nome di!

E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano,
ora sei sotto controllo
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano,
ora sei sotto controllo
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano,
ora sei sotto controllo
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano,
ora sei sotto controllo
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano,
ora sei sotto controllo
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano,
ora sei sotto controllo
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano,
ora sei sotto controllo
E ora tu esegui ciò che quelli ti ordinano!!!

Quelli che creparono
sono giustificati
per portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.
Tu giustifichi
quelli che sono crepati
a causa di portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.
Quelli che creparono
sono giustificati
per portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.
Tu giustifichi
quelli che creparono
per portare il distintivo
e il tuo prescelto bianco.

Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.
Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.
Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.
Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.
Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.
Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.
Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.
Fottiti, Non farò quello che tu mi ordini.

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Condividi
Tags: -  573 visite

Lascia un commento o segnala (e correggi ;) un errore

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. Contatti: canzonimetal@gmail.com.