Lady of the snow – Symphony X

Lady of the snow (Signora della neve) è la traccia numero otto del quarto album dei Symphony X, Twilight in Olympus, pubblicato il 13 marzo del 1998. Lady of the snow è ispirata alle yuki-onna creature soprannaturali del folclore giapponese. La yuki-onna, associata all’inverno e alle tempeste di neve, è secondo alcune leggende lo spirito di una persona morta al freddo nella neve. È allo stesso tempo bellissima e serena, eppure spietata nell’uccidere gli incauti viandanti.

Formazione Symphony X (1998)

  • Russell Allen – voce
  • Michael Romeo – chitarra
  • Thomas Miller – basso
  • Tom Walling – batteria
  • Michael Pinnella – tastiere

Traduzione Lady of the snow – Symphony X

Testo tradotto di Lady of the snow (Allen, Miller, Pinnella, Romeo) dei Symphony X [Zero Corporation]

Lady of the snow

Garden of ice, ivory trees
dimly glow
Maiden in white,
led by lanterns of stone

Captured-by the light of moon
Diamonds and Jade-dressed in ashen blue

From the North, a mistress
dressed in silvery blaze
The feel of her kiss
steals my breath away
In the night, shadows dance
through lucid doors
With a pale and frigid gaze

Lady of the snow, calling me
Her silhouette awaits in the cold
A kiss of stone, tempting me
Radiant lady in white,
Maiden of the Snow
A winter’s stare through veils
that still my sight
In the night…she calls

Bound by this passion,
I’m begging you please let me go
There is no escaping the feeling,
I can’t fight anymore

My desire echoes from
a tale of ancient lore
As before, mystery fills my eyes
Beauty and bliss,
I feel the hands that hold me now
I surrender myself to the night

Lady of the snow, calling me
Her silhouette awaits in the cold
A kiss of stone, tempting me
Radiant lady in white,
Maiden of the Snow
A winter’s stare through veils
that still my sight
In the night…she calls

Lady of the snow, holding me
Her silhouette awaits in the cold
I can’t fight anymore

Signora della neve

Giardino di ghiaccio, alberi d’avorio
oscuramente splendenti
Vergine in bianco,
guidata dalle lanterne di pietra

Catturato dalla luce della luna
Vestita di diamanti e giada in blu cenereo

Dal Nord, una signora
vestita di fiamma argentea
La sensazione del suo bacio
mi toglie il respiro
Nella notte, ombre danzano
attraverso porte luminose
Con uno sguardo pallido e glaciale

Signora delle neve, chiamami
La sua figura aspetta al freddo
Un bacio di pietra, mi sta tentando
Raggiante signora in bianco,
Vergine delle Nevi
Uno sguardo invernale attraverso veli
che placano la mia visione
Di notte…chiama

Limitato da questa passione,
ti supplico per favore di lasciarmi andare
Non c’è modo di sfuggire al sentimento,
non posso combattere ancora

Il mio desiderio risuona da
una leggenda di antico sapere
Come prima, il mistero riempe i miei occhi
Bellezza e beatitudine,
sento le mani che mi sostengono adesso
Circondo me stesso alla notte

Signora delle neve, chiamami
La sua figura aspetta al freddo
Un bacio di pietra, mi sta tentando
Raggiante signora in bianco,
Vergine delle Nevi
Uno sguardo invernale attraverso veli
che placano la mia visione
Di notte…chiama

Signora delle neve, sostienimi
La sua figura aspetta al freddo
Non posso combattere ancora

Tags: - 404 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .