Lateralus – Tool

Lateralus è la traccia numero nove e quella che da il nome al terzo album dei Tool, pubblicato il 15 maggio del 2001. Il brano dei Tool in questione è particolare per quanto riguarda il sistema metrico: esso infatti cambia da 9/8, poi 8/8 e infine 7/8. Per questo la canzone all’inizio venne intitolata 9-8-7, ove il numero 987 è il sedicesimo numero della sequenza di Fibonacci. Il testo inoltre è arrangiato in ordine prima ascendente e poi discendente della sequenza di Fibonacci, che sono 1,1,2,3,5,8, poi basata sulle sillabe. Da un’intervista al batterista Danny Carey “So that was cool!”.
Per quanto riguarda il significato, Maynard James Keenan si è ispirato ai colori degli aborigeni del Nord America menzionati nella canzone (Il bianco, il nero, il rosso ed il giallo). Secondo alcuni la sequenza cromatica è quella che si riscontra durante un trip di LSD (lo stesso che l’artwork-artist spiritualistico Alex Grey ha avuto per realizzare la cover dell’album).

Formazione Tool (2001)

  • Maynard James Keenan – voce
  • Adam Jones – chitarra
  • Justin Chancellor – basso
  • Danny Carey – batteria

Traduzione Lateralus – Tool

Testo tradotto di Lateralus (Keenan, Jones, Chancellor, Carey) dei Tool [Volcano]

Lateralus

Black then white are
All I see
In my infancy
Red and yellow then came to be
Reaching out to me
Let me see

As below
So above and beyond
I imagine
Drawn outside the lines of reason
Push the envelope
Watch it bends

Overthinking
Overanalyzing
Separates the body from the mind
Withering my intuition
Missing opportunities and I must
Feed my will
to feel thy moment
Drawing way outside the lines

Black then white are
All I see
In my infancy
Red and yellow then came to be
Reaching out to me
Let me see

There is
So much
More and
Beckons me
To look through to these
Infinite possibilities

As below
So above and beyond
I imagine
Drawn outside the lines of reason
Push the envelope
Watch it bend

Overthinking
Overanalyzing
Separates the body from the mind
Withering my intuition
Leaving opportunities behind

Feed my will
to feel this moment
Urging me to cross the line
Reaching out
to embrace the random
Reaching out to embrace
Whatever may come

Come embrace my
Desire to
Come embrace my
Desire to
Feel the rhythm, to
Feel connected
Enough to step aside and
Weep like a widow, to
Feel inspired, to
Fathom the power, to
Witness the beauty, to
Bathe in the fountain, to
Swing on the spiral, to
Swing on the spiral, to
Swing on the spiral of
Our divinity and
Still be a human

With my feet upon the ground
I lose myself between the sounds
And open wide to suck it in
I feel it move across my skin
I’m reaching up
and reaching out
I’m reaching for the random, for
Whatever will bewilder me
Whatever will be willed on me
And following our will and wind
We may just go where no one’s been
We’ll ride the spiral to the end
We may just go where no one’s been

Spiral out, keep going
Spiral out, keep going
Spiral out, keep going
Spiral out, keep going

Lateralus

Nero e poi bianco son
Tutto ciò che scorgo
Nella mia infanzia
Rosso e giallo poi giungon a me
Allungandomi le braccia
Lasciatemi vedere

Come in basso
Così in alto ed oltre
Io immagino
Tratteggiate all’esterno linee della ragione
Imbuca la busta
Guardala piegarsi

Sovrappensante
Sovranalizzante
Separa il corpo dalla mente
Appassendo la mia intuizione
Schivando opportunità ed io devo
Nutrire la mia volontà
per percepire il tuo momento
Disegnando la via per uscire dalle linee

Nero e poi bianco son
Tutto ciò che scorgo
Nella mia infanzia
Rosso e giallo poi giungon a me
Allungandomi le braccia
Lasciatemi vedere

V’è
Troppo
Ancora e
M’attira
Per osservare attraverso queste
Infinite possibilità

Come in basso
Così in alto ed oltre
Io immagino
Tratteggiate all’esterno linee della ragione
Imbuca la busta
Guardala piegarsi

Sovrappensante
Sovranalizzante
Separa il corpo dalla mente
Appassendo la mia intuizione
Lasciando alle spalle le opportunità

Nutri la mia volontà
per percepire questo momento
M’urge d’attraversar la linea
Allungando le braccia
per avviluppare la casualità
Allungando le braccia per avviluppare
Qualsiasi cosa possa giungere

Giungi ad avviluppare il mio
Desiderio di
Giungere ad avviluppare il mio
Desiderio di
Percepisci il ritmo, per
Percepire la connessione
Abbastanza per camminar di fronte e
Pianger come una vedova, per
Sentirsi ispirati, per
Comprendere il potere, per
Testimoniare la bellezza, per
Bagnarsi nella fontana, per
Ondeggiare sulla spirale, per
Ondeggiare sulla spirale, per
Ondeggiare sulla spirale della
Nostra celestialità e
Rimaner ancora un umano

Coi miei piedi ben fissi sul terreno
Smarrisco me stesso tra i suoni
E apro un baratro per succhiarci dentro
Lo percepisco muoversi sulla mia pelle
Sto allungando le braccia in su
ed allungando le braccia
Sto allungando le braccia per la casualità, per
Qualsiasi cosa che mi disorienterà
Qualsiasi cosa che avrà su me una certa volontà
E seguendo la nostra volontà ed il vento
Noi possiam solo andare ove nessuno è stato
Noi cavalcheremo la spirale sino alla fine
Noi possiam solo andare ove nessuno è stato

Spirale fuori, prosegui
Spirale fuori, prosegui
Spirale fuori, prosegui
Spirale fuori, prosegui

* traduzione inviata da Stefano Quizz

Tags:, - 10.724 visite

Commenta o correggi un errore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I diritti d'autore del materiale contenuto nel sito appartengono ai diretti proprietari. Il sito è amatoriale e assolutamente non a scopo di lucro. I testi sono stati tradotti per puro scopo didattico (comprensione del testo). Canzoni metal consiglia per la visualizzazione del sito di utilizzare Firefox o Chrome. .